Santu Lussurgiu, ancora focolai nelle terre devastate qualche giorno fa dagli incendi

La rabbia del primo cittadino Diego Loi: “Basta, basta, basta…”

Santu Lussurgiu, ancora focolai nelle terre devastate qualche giorno fa dagli incendi. La rabbia del primo cittadino Diego Loi: “Basta, basta, basta…”

Rafforzate il sistema di bonifiche, non risparmiatevi sui mezzi, mandate i canadair e le squadre a terra. Non sottovalutate ancora una volta il fenomeno e dispiegate le massime forse possibili.
Ora basta, non siamo più disponibili a tollerare nulla”.
Intanto giungono aiuti da tutta la Sardegna e non solo: massima solidarietà anche dalla penisola che partecipa con generi di prima necessità, fieno, mangime e medicinali per gli animali, compresi quelli che sono stati salvati e vengono curati per le gravi ustioni riportate. Il sindaco chiede però di organizzare gli arrivi: “Siamo ancora in emergenza incendi con nuovi focolai particolarmente pericolosi e violenti.
A tutti coloro che vogliono portare foraggio e ogni altro bene, chiediamo cortesemente sin da subito di non arrivare in paese senza aver preventivamente concordato l’appuntamento.
La situazione è particolarmente critica, pertanto chiediamo la massima collaborazione in tal senso, e poter così onorare correttamente tutte le vostre così tante e commoventi manifestazioni di solidarietà.
Grazie di cuore a tutti anche per la comprensione”.


In questo articolo: