A Quartu una “Grotta di Lourdes” alta 5 metri: polemica in consiglio

C’è l’ok del consiglio comunale di via Porcu: un’area di Pitz’e Serra in concessione alla parrocchia di san Giovanni Evangelista per la riproduzione la cavità sacra con statua dell’Immacolata in marmo di Carrara e “sorgente miracolosa”

C’è l’ok del consiglio comunale di via Porcu. Un’area di Pitz’e Serra verrà data in concessione alla parrocchia di San Giovanni Evangelista per la realizzazione di un monumento che riprodurrà la cavità dei Pirenei francesi con tanto di statua dell’Immacolata in marmo di Carrara e di “sorgente miracolosa”. Il voto ieri sera.

Si tratta di un’iniziativa dei parrocchiani, in testa la benefattrice Maria Montagna, finanziatrice dell’opera. La grotta, simbolo del movimento mariano, riprodurrà fedelmente in scala quella dei Pirenei francesi, sarà realizzata in vetroresina e avrà un fronte di 7, 70 metri, un’altezza di 4, 5 metri, una profondità di 3, 45 metri e in una rientranza del fronte verrà sistemato il simulacro della Vergine Immacolata in marmo di Carrara alto circa 1 metro.

Nella parte superiore felci e caprifogli e dietro un bosco di cipressi, lecci e rampicanti che formeranno formando una  quinta naturale con altezza sufficiente a mascherare il retro del monumento. Un sistema a goccia provvederà a innaffiare le piante sulla parte alta della cavità.

Previsto anche un impianto di illuminazione a led interno ed esterno. Mentre la “sorgente miracolosa” verrà alimentata da un sistema idraulico.

Ieri il voto tra le polemiche. Due i no in maggioranza e altri due tra i banchi dell’opposizione

“Mi sembra che ci siano altri problemi nel rione”, attacca Tecla Brai, Pd, “questa concessione trentennale alla chiesa è stata fatta in fretta e furia, praticamente in un mese.  E tutto per un monumento impattante che somiglierà a una collina e di fatto riservato soltanto ai parrocchiani e non a tutti i cittadini. Spero che intervenga l’Arcivescovo. Non sono questi gli insegnamenti di papa Francesco”.


In questo articolo: