cagliari / 21 Aprile 2020

Alessio, il pizzaiolo cagliaritano “costretto” dalle tasse a riaprire: “Noi, obbligati a rischiare la vita perchè nessuno ci aiuta”

"Riapriamo nonostante la paura dei contagi per noi e per i nostri rider, perchè portiamo le pizze anche a persone in quarantena. Nessun aiuto dallo Stato, dall'Inps, dalla Regione. Se non incassiamo, ci spiegate come possiamo mettere a norma i locali coi plexiglass e le altre misure di sicurezza? Siamo schiavi della società mentre la classe politica ancora ingrassa"

Di
apertura1 / 18 Ottobre 2019

Ignazio, pizzaiolo di Cagliari: “Mercoledì chiusi ma costretti a venire per il mastello della carta”

L'unico giorno di chiusura, Ignazio Zucca e i suoi colleghi lo passano, a turno, guardando l'orologio: "Dobbiamo mettere il mastello fuori dalle 12:45 alle tredici, rinunciando a trascorrere del tempo con le nostre famiglie. Spesso non lo svuotano. A pranzo non lavoriamo ma siamo comunque qui perchè ci hanno imposto questi orari di ritiro". GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Di