Dolianova, trasporta un fucile occultato da un lenzuolo sulla Vespa: allevatore arrestato dai carabinieri

I militari hanno inoltre proceduto al ritiro delle armi e delle munizioni che l’uomo deteneva regolarmente in quanto cacciatore.

Per come era inizialmente apparsa ai militari la situazione era sembrata davvero strana. Ieri sera tardi a Dolianova i carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto per porto abusivo di arma clandestina, ricettazione e guida senza patente, un 49enne del luogo, allevatore con precedenti denunce a carico. Questi è stato sorpreso in via Pertini in sella al proprio ciclomotore Piaggio Vespa mentre trasportava, occultato dentro un lenzuolo, un fucile doppietta calibro 12 della Bernardelli con matricola abrasa e quindi illegalmente detenuto. Un’arma clandestina come quella non era stata chiaramente denunciata. Nella successiva perquisizione domiciliare gli sono state inoltre rinvenute 3 piante di “cannabis indica” dell’altezza di circa 80 cm coltivate in vaso, con cui ha dichiarato di produrre marijuana per uso personale e che sono state sottoposte a sequestro amministrativo. I militari hanno inoltre proceduto al ritiro delle armi e delle munizioni che l’uomo deteneva regolarmente in quanto cacciatore, vale a dire un fucile marca Breda calibro 12, una carabina ad aria compressa e 127 cartucce calibro 12, infine l’uomo è stato denunciato per guida senza patente poiché gli era stata revocata. Si tratta di una recidiva specifica nel biennio. Al termine della redazione degli atti, nel corso nella notte l’arrestato è stato trasferito alla casa circondariale di Uta. Starà ora agli specialisti del RIS di Cagliari andare a ricostruire quella matricola cancellata e compiere analisi balistiche che possano ricondurre eventualmente quell’arma a episodi delittuosi del passato.


In questo articolo: