Cagliari, Zedda e Pigliaru nel nuovo comitato d’indirizzo dell’Università

Ecco chi ne fa parte. Con un obiettivo: spostare gli orizzonti anche dopo le lauree dei giovani

Si riunisce oggi per la prima volta il Comitato di Indirizzo di Ateneo. La sua istituzione – e la sua consultazione – si configura per l’Università degli Studi di Cagliari come “un’opportunità di crescita in direzione del miglioramento continuo e della trasparenza,  condizione imprescindibile di credibilità e qualità dell’operato dell’Ateneo in termini di offerta formativa e di servizi al territorio.  Il confronto con le diverse realtà del territorio (altre amministrazioni e imprese) è una componente essenziale dell’attività di programmazione strategica”.

Si tratta dunque di un organismo che affiancherà gli organi di governo dell’Ateneo e che risponde alla necessità di creare un sistema stabile di relazioni con il mondo istituzionale, economico, sociale e produttivo, che consenta di assicurare la qualità e la trasparenza delle politiche di ateneo nell’ambito della didattica, della ricerca e della terza missione.

“Riteniamo sia importante per l’Ateneo avere una interazione periodica e costante – ha detto il Rettore Maria Del Zompo – con i maggiori esponenti dell’istruzione, dell’industria, del commercio e della politica – a livello cittadino e regionale – per farsi conoscere e soprattutto per ricevere suggerimenti su cosa il territorio si aspetta in merito ai corsi di laurea, il post lauream (in particolare, i Master) e la ricerca applicata”.

Ne fanno parte – oltre al Rettore, al Direttore generale dell’Ateneo, Aldo Urru, e al Prorettore vicario, Francesco Mola – il Presidente della Regione, Francesco Pigliaru, il Sindaco della Città metropolitana di Cagliari, Massimo Zedda, il Presidente di Confindustria Sardegna, Alberto Scanu, il Presidente della Camera di Commercio di Cagliari, Maurizio De Pascale, e il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, Francesco Feliziani.

Il Comitato di Indirizzo ha funzioni consultive e propositive nell’orientamento generale e nella politica di indirizzo del processo di consultazione e coordinamento tra ateneo e sistema socio-economico; in materia di offerta formativa; nell’ambito dell’interazione con il sistema scolastico superiore; nell’ambito dei rapporti con le parti Interessate, nel miglioramento della comunicazione dell’offerta formativa dell’ateneo, nel flusso informativo dei rapporti tra i laureati e i datori di lavoro, nelle attività di job placement, nella partnership per progetti di ricerca al servizio del territorio, nella valorizzazione del ruolo dell’Università nell’ambito metropolitano (residenzialità, trasporti, servizi) e nella dimensione internazionale dell’Ateneo.


In questo articolo: