A Quartu arriva il camper per fare i tamponi: “In città 349 positivi, la variante Delta sta perdendo potenza”

Un furgone in giro dal centro alla periferia, possibile avvicinarsi e sottoporsi al tampone nasale per il Covid. Il sindaco Milia: “Il virus tocca quasi esclusivamente i non vaccinati, nell’hub di via Beethoven i risultati delle vaccinazioni sono consolidati”

A Quartu Sant’Elena si scalda già il motore del camper per fare i tamponi. L’annuncio è del sindaco Graziano Milia: “Sarà in diversi luoghi della città, programmeremo tutto nei prossimi giorni”. Quindi, chi vorrà potrà sottoporsi al test rapido per sapere se è positivo o negativo. Intanto, ecco gli ultimi dati legati al virus in città: “Ci sono 349 positivi”, un dato “confortante. Ormai pare si stia consolidando la decrescita, la variante Delta sta perdendo la capacità di diffusione elevata che avevamo conosciuto ad agosto e a partire dal mese di luglio. Rimane la preoccupazione per la situazione sanitaria, per gli ospedali e i ricoverati, chi è addirittura in terapia intensiva, oltre al dispiacere per chi non ce la fa. Siamo in presenza di una situazione che tocca quasi esclusivamente chi non si è vaccinato”.
E in via Beethoven, nell’hub vaccinale, “continua la campagna di vaccinazione, i risultati sono consolidati. Occorre continuare su questa battaglia, occorre tener conto anche della situazione generale”, osserva il primo cittadino, “il presidente Mattarella ha ragione quando parla di dovere nei confronti della collettività, uno è l’obbligo vaccinale. Da mercAndremo avanti con la raccolta firme online”.


In questo articolo: