Ultimatum di Di Maio al Pd. “Sconcerto” di Zingaretti

Il capo politico M5s evoca le urne qualora non vengano accolti i punti programmatici pentastellati, a partire dal taglio dei parlamentari. I dem insorgono. La nascita del governo giallorosso non è più scontata

Quando tutto lasciava pensare a una conclusione in discesa delle trattative per il Conte-bis, sono arrivate le parole del capo politico M5s, Luigi Di Maio, a riportare tutto nell’incertezza. CONTINUA A LEGGERE SU AGI.IT


In questo articolo: