Studentessa picchiata a Cagliari dopo il party universitario, il caso finisce in Parlamento

La vicenda degli insulti e dell’aggressione alla 26enne Alessia Etzi, che ha raccontato a Casteddu Online i dettagli di una notte di terrore dopo la festa di Unica 2.0, finisce dritta dritta a Roma con un’interrogazione parlamentare della Lega: “Episodio intollerabile. Tutti, dal Governo al Comune, devono favorire in ogni modo le indagini”

Insultata e picchiata in una notte, quella del 25 maggio scorso, che si è trasformata in un incubo: Alessia Etzi, studentessa 26enne di Domusnovas, ha rimediato quattro punti di sutura al sopracciglio sinistro dopo il pugno ricevuto da un balordo e dopo essere stata pesantemente insultata da un gruppo di giovani durante un party universitario organizzato da Unica 2.0 nella sua sede di via Ospedale a Cagliari. La ragazza ha raccontato, in esclusiva a Casteddu Online, quei folli momenti, dopo aver fatto denuncia ai carabinieri. Potete leggere o rileggere la notizia qui. E, adesso, la vicenda finisce dritta dritta al Parlamento con un’interrogazione al ministro dell’Interno Matteo Salvini da parte di Eugenio Zoffili, deputato e coordinatore regionale della Lega Sardegna. La richiesta è una: fare piena luce sul caso ed evitare che episodi simili possano ripetersi.

 

“Ho depositato con il collega Guido De Martini un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno Matteo Salvini perché sia massima l’ attenzione dopo la recente aggressione ai danni di una studentessa universitaria avvenuta durante una festa a Cagliari. Si tratta di un episodio intollerabile a cui tutte le istituzioni, dal Comune al Governo, devono reagire con una risposta efficace tanto nel favorire in ogni modo le indagini, quanto nel prevenire il ripetersi di simili eventi. In questo senso sono ancora più convinto dell’utilità degli oltre 400 uomini e donne delle forze dell’ordine che presto arriveranno in Sardegna grazie agli stanziamenti del Viminale. Lo Stato in Sardegna c’è e ci sarà sempre di più”.