Sant’Efisio blindato per Covid, Truzzu: “Battiamo la paura e torniamo alla vita, il rischio è ovunque” 

Il sindaco di Cagliari lancia un appello: “Il futuro dell’Italia non può essere a colori ma grigio nei fatti. Chiusi in casa rischiamo di morire per altri motivi”. L’Alter Nos Edoardo Tocco: “Siamo vicini alle persone che soffrono, preghiamo tutti Efisio”. GUARDATE il VIDEO 

“Dobbiamo sconfiggere la pura oggi più che mai,  faccio un appello alla vita. Riaprire e tornare alla vita, il rischio è ovunque. Il futuro dell’Italia non può essere a colori ma grigio nei fatti. Quella di oggi non è vita, lavoriamo senza incontrarci e non ci guardiamo più negli occhi”.
Così il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu, che legge una lettera prima dell’investitura ufficiale dell’Alter Nos Edoardo Tocco. Secondo anno con la festa blindata per Covid, il primo cittadino lancia un “inno” alla ripartenza, quasi una preghiera laica rivolta al matite guerriero che, più di due tre secoli fa, ha sconfitto la peste.
Oggi la peste ha il nome di Coronavirus. E la speranza di tutti è di sconfiggerlo quanto prima. L’Alter Nos Edoardo Tocco spiega, visibilmente emozionato, che “pregherò Efisio, siamo vicini a tutte le persone che soffrono”.
guardate il VIDEO