Salme in lista d’attesa, a Quartu scoppia il ‘Tumulazioni-gate’

Le accuse sul web: “Una situazione vergognosa che prolunga ulteriormente l’angoscia dei familiari che aspettano di essere contattati per definire la sepoltura del proprio caro, perché nel cimitero non ci sono loculi disponibili…intanto però si pensa alle spiagge per nudisti”

di Vanessa Usai

Salme che attendono in lista d’attesa di essere tumulate, perché in cimitero non ci sarebbero loculi disponibili. Il caso nasce sulla pagina Facebook Spotted Quartu, con un post che scatena i like e i commenti di centinaia di cittadini indignati. “Una situazione vergognosa che prolunga ulteriormente l’angoscia dei familiari che aspettano di essere contattati per definire la sepoltura del proprio caro, perché nel cimitero non ci sono loculi disponibili…intanto però si pensa alle spiagge per nudisti”, segnala la nota.

Due temi caldi, quello dei cimiteri sovraffollati e l’imminente istituzione della spiaggia naturista recentemente annunciata dal sindaco Stefano Delunas, che fa letteralmente infuriare il popolo del web quartese, con una commistione tra sacro e profano al limite del blasfemo. E così, mentre c’è chi è dell’idea che i defunti sepolti da troppo tempo debbano essere sfrattati per fare posto ai nuovi arrivati, c’è chi sbotta con un “ma chi se ne frega di guardare gli altri nudi, ci manca solo che tra un po’ dobbiamo seppellire i nostri cari nel giardino di casa”, e chi suggerisce la cremazione per mantenere l’urna in casa. “Però i 2000 euro li vogliono subito al comune quando manca un tuo caro, altrimenti non te li fanno tumulare. Mia mamma sta in un loculo in prestito…e se il legittimo proprietario che ha pagato dovesse ahimè usufruirne?”, si chiede Gianna. E via alle invettive contro il sindaco e la sua amministrazione “allo sbando”, sebbene, suggerisce Marcella, “il Comune abbia già individuato il terreno di fronte per ampliare il cimitero, ma ci vuole tempo per la costruzione e di certo non risolve il problema a breve scadenza”.

Di fatto, sarebbero diverse le salme che attendono di poter finalmente riposare in pace. E in quello che si profila come un vero è proprio ‘Tumulazioni-gate’, solo le autorità cittadine potranno dare risposte ai parenti dei defunti rimasti senza ultima dimora.