Quartu, polemiche sulla sfilata di abiti al parco: “Ingresso vietato a tutta l’area senza green pass”

La serata dedicata agli abiti storici quartesi al parco Matteotti si porta dietro strascichi polemici: “Ingresso vietato a chi voleva solo sedersi sulle panchine”. La replica dell’organizzatore: “Controlli solo per un’ora, uno degli ingressi era libero”

Polemiche per la serata culturale “Così vestivano a Quartu” organizzata ieri sera al parco Matteotti dall’associazione gruppo folk Su Idanu. Il motivo? La richiesta del green pass per poter entrare nell’area verde e assistere all’evento. “Come si può bloccare l’accesso ad un parco pubblico
Stasera stanno subordinando l’accesso al possesso del “green pass” anche se non devi assistere alla manifestazione. Alla richiesta dell’ordinanza o del responsabile della sicurezza per contestargli gli evidenti limiti ti invitano a chiamare i carabinieri”, questa la denuncia fatta sui social, con tanto di foto, da Alessandro Valerio Cadeddu. Che, tra l’altro, fa notare anche che “l’ingresso è stato negato agli anziani, compresi gli invalidi, che vogliono usufruire delle panchine”.
Arrivano però la replica e le precisazioni del presidente del gruppo folk Lucio Carboni: “L’ingresso al parco dalla via Cagliari è sempre stato chiuso perché c’è il rischio di inciampare. Abbiamo chiesto il green pass solo per un’ora, sino a quando non è iniziato lo spettacolo, e uno degli accessi laterali al parco è comunque rimasto sempre libero. Gli oltre cento spettatori dovevano avere tutti il green pass, i controllori sono stati autorizzati dalla questura”.


In questo articolo: