Olbia, sbarcati i profughi ucraini: “Missione compiuta, mamma Sardegna accoglie e abbraccia 100 bambini”

“Desidero ringraziare – afferma Cappellacci – tutti i volontari e le persone che vario titolo e senza nessun costo per le casse pubbliche hanno contribuito al successo dell’operazione”.

“Missione compiuta, ‘mamma Sardegna’ accoglie e abbraccia 100 bambini ucraini”. Così Ugo Cappellacci, deputato e presidente della sezione Ucraina dell’Unione Interparlamentare, appena sbarcato ad Olbia insieme al console Grande e ai 100 profughi raggiunti in Ucraina a bordo di due bus e appena arrivati in Sardegna. “Desidero ringraziare – prosegue Cappellacci- tutti i volontari e le persone che vario titolo e senza nessun costo per le casse pubbliche hanno contribuito al successo dell’operazione. Un ringraziamento particolare va all’ing. Fabrizio Curcio e alla Protezione Civile nazionale da lui guidata che ha subito attivato la macchina dell’accoglienza, e al Governo che con la dichiarazione dello stato di emergenza ha anche provveduto ad assicurare la copertura finanziaria per gli interventi di assistenza e accoglienza in Italia. In queste settimane in Sardegna, una terra che più di altre soffre gli effetti della crisi economica seguente alla pandemia, sono moltissime le persone che chiedono di poter fare qualcosa per donne e bambini che fuggono dalla guerra. Questo è il messaggio di speranza più forte che ci sia e la grande lezione di cui anche la politica deve fare tesoro. Dobbiamo avere lo stesso coraggio e altruismo che dimostrarono i nostri padri e i nostri nonni nel secondo Dopoguerra per consegnare alle generazioni che verranno un futuro di pace, sicurezza, di quei diritti e di quelle certezze che non possono essere cancellati da chi vuole portare indietro ‘l’orologio’ della Storia”.


In questo articolo: