Nuovo record di mastelli rubati a Cagliari: “Due in un weekend, assurdo”

Ladri di bidoncini ancora scatenati, la denuncia di Rita Solinas, 49enne disoccupata: “Addio a due mastelli dell’umido, uno era pure originale. Ma cosa se ne fanno? Se chi li ha presi ha una coscienza me li restituisca”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Il primo rubato nella notte tra venerdì 29 e sabato trenta novembre, il secondo tra lunedì e martedì. Due mastelli, entrambi dell’umido, spariti nel nulla praticamente nel giro di un weekend. Il doppio “furto” è avvenuto in via Cellini, nel centralissimo rione cagliaritano di San Benedetto. La vittima è Rita Solinas, disoccupata di quarantanove anni. La donna è già stata alla polizia per sporgere denuncia e non si vuole rassegnare: “Gli agenti, gentilissimi, mi hanno spiegato che, come me, anche tanti altri cittadini stanno andando a denunciare il furto di mastelli. Ma cosa se ne fanno?”, si chiede la Solinas. I mastelli, sia venerdì sia lunedì, li ha portati giù “mia madre”. Poi, poco dopo l’alba, la 49enne è scesa per ritirarli e si è accorta che non c’erano più: “Un fatto strano è che hanno rubato solo i nostri. Uno era quello ‘classico’, senza targhetta, mentre l’altro aveva anche il codice identificativo dell’utente. Non è possibile andare avanti così”, tuona. Appena avrà tempo, denuncia tra le mani, dovrà recarsi presso il centro De Vizia di viale Ciusa per farsi consegnare un altro bidoncino.

 

“Non sapevo nemmeno che dovessi andare sin lì. Spero che, grazie a questa mia denuncia pubblica, chi mi ha rubato i mastelli si metta una mano sulla coscienza e me li restituisca. Io e mia madre siamo regolarmente iscritte e paghiamo la Tari”. Difficile, ma non impossibile. Gli ultimi dati del Comune, aggiornati a settembre 2019, sono quasi da infarto: 360 i mastelli rubati in tutta la città, dal centro alla periferia.


In questo articolo: