“Mio figlio investito a Quartu da un’auto pirata: aiutatemi a trovare il responsabile”

L’accorato appello di una madre di Quartu. Suo figlio è stato investito l’8 febbraio in viale Colombo a Quartu, mentre attraversava sulle strisce pedonali con i suoi due cani. Sta bene ma è sotto choc, uno dei suoi amici a 4 zampe invece è gravissimo. “Aiutatemi a trovare chi ha investito mio figlio”

“Spero di trovarti. Spero che la tua vita sia un inferno. Mio figlio piange, per fortuna sta bene. ma mi dice che ha sempre la visione della macchina che lo colpisce. Il nostro Teo è ricoverato, per noi sono ore di ansia, anche lui fa parte della nostra famiglia. ” Sono le parole  di una mamma di Quartu, Virginia Mascia, su un post pubblico su Facebook con un appello a tutti: trovare chi ha investito suo figlio e i suoi due amici a quattro zampe. “Aiutateci, condividete, mio figlio Francesco è stato investito con i due cani in viale Colombo, a Quartu, da una macchina piccola bianca. L’auto non si è fermata lasciandolo  per terra”.

L’episodio è accaduto attorno alle 14:10, dell’8 febbraio, suo figlio passeggiava con i suoi due cani quando attraversando sulle strisce pedonali poco prima del centro commerciale e vicino al distributore è stato investito da un’auto, una Matiz bianca, guidata da un uomo, che non si  è neanche fermata a prestare soccorso. Il bambino fortunatamente non ha riportato ferite ma è sotto choc per quanto accaduto. Uno dei due cani, Teo, invece è molto grave. E’ ricoverato in una clinica veterinaria e viene nutrito con una siringa.

“Per noi il cane è come uno di famiglia” scrive la donna, “inoltre è un grande amico per mio figlio. Aiutateci a trovare chi li ha investiti! Se qualcuno ha visto qualcosa ci faccia sapere!”

Raggiunto telefonicamente il marito, Luigi Busonera, padre di Francesco racconta: “Mio figlio è ancora molto spaventato, ma fortunatamente sta bene fisicamente. E’ stato subito soccorso da due ragazzi che però non hanno fatto in tempo a prendere il numero di targa dell’auto. Alla guida c’era un uomo, un ragazzo. Per il nostro cane non ci sono buone notizie, si trova dal veterinario, ma purtroppo non è in buone condizioni. Spero che questo ci aiuti a trovare il responsabile, che almeno chieda scusa per quanto ha fatto. Non si è neanche fermato!”