La scelta del titolare del Tanit di Carbonia: “Ospito gratis i profughi ucraini nel mio hotel”

Maxwell Frongia, a capo del famoso albergo-museo sulcitano, apre le porte della struttura a chi scappa dalla guerra: “Metto a disposizione due camere sino al trenta aprile. Bambini e anziani stanno soffrendo in maniera atroce”. GUARDATE il VIDEO.

È uno degli hotel più gettonati e famosi della Sardegna e, sino al trenta aprile, al Tanit di Carbonia, ci sarà spazio sicuro anche per i profughi dell’Ucraina. Ad annunciarlo è il titolare Maxwell Frongia, alla guida della struttura da tanti anni e presidente dell’associazione Live Eat Carbonia: “Booking ha messo a disposizione diverse camere, la scadenza è al quindici aprile ma ho deciso di posticiparla al trenta. Era prevista una scontistica del cinquanta per cento ma ho scelto di portarla al cento per cento”, afferma Frongia. Stanze totalmente grautite, quindi: “Ho messo a disposizione due camere da quattro posti ciascuna, per un totale di otto persone”, spiega, a Casteddu Online, il noto imprenditore.
“Chi scappa da questa immane e atroce guerra può trovare accoglienza nella mia struttura, l’intento è di essere emulati dalla maggior parte degli hotel italiani che in questo periodo sono fermi e possono dedicare qualche camera a queste persone che stanno soffrendo in maniera atroce, in particolar modo bambini e anziani”.


In questo articolo: