Il centro storico di Pula spalanca i portoni con “Domus Antigas”

Il centro storico di Pula spalanca i portoni con Domus Antigas, “La voglia di riscoprire il vecchio paese”.

Il centro storico di Pula spalanca i portoni con Domus Antigas, “La voglia di riscoprire il vecchio paese”.
In programma il 29 gennaio, le corti del paese si apriranno per mostrare tutte le più antiche tradizioni.
I padroni di casa accoglieranno e racconteranno i tempi vissuti di quei vecchi muri, di quegli antichi portoni. 
È stato presentato il programma due giorni fa presso l’aula consiliare del comune che animerà la giornata: l’apertura delle corti è prevista alle ore 10; sino alle 13 canti e mutetus del gruppo folk San Giovanni Battista di Pula presso la corte di Villa Santa Maria, ingresso vico Mazzini.
Alle 10,30, dimostrazione casearia di Marco Corda, preparazione della ricotta.
Alle ore 11 spettacolo teatrale di S’Arrolliu Gruppo teatrale amatoriale di Pro Loco Pula presso la corte in via Nora 119.
Alle 12,30 Giovanna e il piccolo Leo raccontano i dolci sardi degli sposi, presso la corte in via Nora 119.
Il pomeriggio sarà animato dallo spettacolo teatrale di S’Arrolliu Gruppo teatrale amatoriale di Pro Loco Pula presso la corte di Villa Santa Maria. Seguirà la partenza del giro delle maschere Is Cerbus Sinnai e della sfilata con i gruppi folk di Pula, Sarroch e Villa San Pietro, accompagnati dall’orchestra popolare sarda, diretta dal maestro Orlando Mascia .
Alle 17 verrà presentata la rappresentazione in piazza del popolo de Is Cerbus Sinnai e dalle 18 alle 20 balli sardi in piazza del popolo accompagnati dalla musica dei Cuncordias.
Inoltre si potranno visitare la mostra collettiva degli artisti locali presso casa Magar, vico Mazzini 11, l’esposizione e dimostrazione dell’associazione Arcieri del Castello Sanluri, ammirare l’ex carcere delle ex pretura in via Nora. Non solo: visitare anche le corti della bellissima Villa Santa Maria.
I visitatori saranno inoltre accolti in oltre 20 case campidanesi. 
“Un progetto difficile e impegnativo ma che sta unendo diverse generazioni per un unico scopo: far conoscere il nostro bellissimo paese” comunica la Pro Loco Giovani di Pula. Una sinergia di forze, insomma, tra amministrazione, associazioni e cittadini per la buona riuscita dell’evento.


In questo articolo: