Cagliari, maxi multa a un locale nel centro storico per l’alcol vietato: 500 euro nel cuore della movida

Maxi sanzione al locale che vendeva la birra dopo le 22. Ben 500 euro di multa, pugno di ferro della Polizia Locale dopo l’ordinanza di Truzzu

Cagliari, maxi multa nel centro storico per l’alcol vietato: 500 euro nel cuore della movida. I servizi di controllo delle zone maggiormente frequentate hanno visto il potenziamento della presenza del personale nel quartiere Marina, nella piazza Yenne e nell’area pedonale del Corso Vittorio Emanuele e nelle vie Manno/Garbaldi dove sono stati effettuati specifici controlli sul rispetto delle norme anti covid sul distanziamento e sull’uso delle mascherine, sul rispetto dell’ordinanza 33 che limita la vendita di bevande alcoliche, sul rispetto delle concessioni del suolo pubblico, sul divieto di produrre rumori molesti e sul contenimento dell’inquinamento acustico, di imbrattamento del suolo.

La presenza costante delle donne e degli uomini della Polizia Locale ha contribuito al rispetto delle prescrizioni di legge tanto che, a parte le diverse sanzioni elevate per soste irregolari nei dintorni e nelle aree pedonali, è stata elevata una sola sanzione ad un esercizio di somministrazione di bevande che, in violazione all’ordinanza del Sindaco n 33/2020, in orario non consentito vendeva per asporto bevande alcoliche; per lui è scattata la sanzione amministrativa di 500 € e la comunicazione al Servizio comunale competente per l’adozione del provvedimento di sospensione dell’autorizzazione amministrativa. Nella foto, non il locale multato ma i generici controlli della Polizia Locale nel centro storico cagliaritano.


In questo articolo: