Cagliari, ghanese deve scontare 11 mesi di carcere e si rende irreperibile: rintracciato e arrestato in piazza del Carmine

I Falchi della Squadra Mobile di Cagliari hanno proceduto all’arresto di un cittadino straniero, destinatario di un provvedimento di carcerazione.

Doveva scontare la pena in carcere, arrestato dalla Squadra Mobile a Cagliari.

Nella serata di ieri, in piazza del Carmine, i Falchi della Squadra Mobile di Cagliari hanno proceduto all’arresto di un cittadino straniero, destinatario di un provvedimento di carcerazione.

L’uomo, un 30enne di origine ghanese, è stato rintracciato durante l’attività di controllo e repressione dei reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti che da tempo viene condotta interrottamente dagli investigatori del Gruppo Falchi ,volta ad eliminare il degrado urbano ed in particolare di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nel centro storico e nelle piazze cittadine, tanto più nella piazza del Carmine.

L’uomo, che avrebbe dovuto scontare una condanna di 11 mesi di reclusione per il reato di danneggiamento, si era reso irreperibile e, pur stando nel comune di Cagliari, frequentava luoghi di ritrovo di cittadini pregiudicati extracomunitari e italiani.

L’arrestato è stato accompagnato presso la casa circondariale di Uta, dove sconterà il resto della pena.


In questo articolo: