Cagliari, ecco le casette di Natale in piazza Yenne: aperte dal primo dicembre con l’incognita green pass

Operai al lavoro per piazzare le casette in stile nordico in pieno centro. L’inaugurazione tra una settimana, incertezza sui controlli anti Covid: tutto dipenderà dalle scelte del Governo sul super green pass.

Le casette di Natale ritornano a Cagliari, operai già al lavoro in piazza Yenne per piazzare le strutture, in stile nordico, che dal primo dicembre saranno piene di dolciumi, vini e creazioni artigianali. Stesso discorso per il Corso Vittorio e per piazza del Carmine, con l’inaugurazione che avverrà in contemporanea. I negozianti esultano, su Facebook Giorgio Zucca, titolare di una pizzeria della piazza, è nostalgico perché ripensa all’anno scorso quando, per colpa del Covid, non vennero installate: “Ben tornate, casette, non ci speravo”. Ma, se sino al prossimo sette gennaio le casette saranno illuminate e aperte dalle mattina alla sera, in parallelo regnano i dubbi sui controlli. Gli organizzatori avevano già detto, due settimane fa, a Casteddu Online, di essere pronti in caso di verifiche del green pass.
E le prossime ore sono decisive. Il Governo Draghi, infatti, sta affinando il super green pass: chi non è vaccinato o guarito dal virus non potrà entrare nei ristoranti e nei cinema, per esempio. Ma le limitazioni potrebbero estendersi anche ad altri settori e, per “salvare il Natale”, riguardare anche i mercatini all’aperto. Un eventuale grattacapo per chi deve effettuare i controlli, con un parallelo calo degli affari per gli espositori.


In questo articolo: