Cagliari, domande boom per il mattone e ora calano i prezzi delle case

La sorpresa: sale del 6,8 per cento la richiesta di case nuove a Cagliari, e scendono anche i prezzi

Giro d’Italia in partenza oggi fino al 28 maggio, ma questa non sarà la sola corsa che attraverserà in lungo e in largo il Paese, dalla Sardegna alla Lombardia. In occasione dell’anniversario dei 100 anni della manifestazione ciclistica, infatti, Casa.it (www.casa.it), Top Sponsor dell’evento, presenta il nuovo logo.

Una sorpresa svelata in occasione del centenario del celebre tour su due ruote che in lungo e in largo attraverserà il Paese, dalla Sardegna alla Lombardia, che rappresenta la corsa al “rinnovamento” già da tempo intrapresa dall’azienda.

Insieme alla corsa rosa, Casa.it lancia la corsa del mercato residenziale nelle regioni attraversate dal tour. La prima regione attraversata dalla corsa rosa è la Sardegna, che vedrà coinvolte Alghero, Olbia, Tortolì e Cagliari. A livello regionale, rispetto a maggio dello scorso anno, sono cresciute sia la domanda di abitazioni (+7,4%) sia i prezzi (+0,7%), con un valore medio di 2.275 €/mq. Il budget a disposizione delle famiglie per l’acquisto è di circa 182.000 euro.

Per quanto riguarda i prezzi degli immobili in offerta sul mercato, tra i capoluoghi di provincia registrano segno positivo, seppur lieve, Iglesias (+1,2%), Oristano e Nuoro (+0,7%) e Sassari (+0,6%). Prezzi in calo solo a Carbonia (-0,7%), mentre restano sostanzialmente stabili a Olbia (+0,3%), Cagliari (+0,2%) e Tempio Pausania (+0%). 

Olbia (3.100 €/mq), che è anche la città di arrivo della prima tappa, è la provincia più cara, mentre Carbonia (1.400 /mq) e Oristano (1.440 /mq) le più economiche. Nelle altre località, a Cagliari, traguardo della terza tappa, il costo è di 2.435 €/mq, a Tempio Pausania di 2.100 €/mq, a Iglesias di 1.650 €/mq, a Sassari di 1.600 €/mq e a Nuoro di 1.530 €/mq.

Se sul fronte dei prezzi non ci sono dubbi, quali sono invece le “tappe” che pedalano più velocemente? A maggio, rispetto allo scorso anno, in Sardegna la domanda è cresciuta in tutte le città della regione (+7,4%), seppure con valori variabili. Le più dinamiche risultano Cagliari (+6,8%) e Sassari (+5,4%). Seguono Nuoro (+5,2%), Iglesias (+4,8%), Carbonia (+4,4%), Olbia (+4,3%), Oristano (+4,2%) e Tempio Pausania (+3,7%).

 


In questo articolo: