Un bonifico di 1000 euro per un motore che non arriva: ennesima truffa a Senorbì

Pagato il bonifico, il motore non è mai arrivato e probabilmente non esiste neppure. Denunciato un napoletano.

Ennesima truffa telematica, come tante altre nel recente periodo, ma contro questo genere di raggiri evidentemente non si riesce a trovare una contromisura efficace in linea generale. Nonostante ogni campagna d’informazione esisterà sempre qualcuno che ci casca. Così i carabinieri di Senorbì a conclusione di un’attività di indagine relativa a fatti precedentemente denunciati dalla parte lesa, hanno denunciato per truffa aggravata un 58enne napoletano residente a San Giovanni a Teduccio, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine. Questi è stato identificato quale beneficiario e materiale percettore di un bonifico da 1000 euro effettuato per la compravendita di un motore per un’autovettura Smart, che era stato acquistato sul sito subito.it da un 46enne di Senorbì. Pagato il bonifico, il motore non è mai arrivato e probabilmente non esiste neppure. Seguendo il percorso del denaro e con la collaborazione dei colleghi della Stazione del luogo che ben conoscono l’uomo, già precedentemente denunciato più volte, i militari sono riusciti a identificarlo quale materiale autore della truffa.


In questo articolo: