Selargius, suolo pubblico gratuito sino a dicembre: piazze e parchi per le attività produttive

Il sindaco Gigi Concu: “Una iniziativa per rilanciare la nostra economia, cercando di tendere una mano ai tanti lavoratori duramente colpiti dalle continue chiusure che vanno avanti da oltre un anno”.

Selargius – Suolo pubblico gratuito sino a dicembre: piazze e parchi a disposizione delle attività produttive e ampliamenti sino al 50%. Il sindaco Gigi Concu: “Una iniziativa per rilanciare la nostra economia, cercando di tendere una mano ai tanti lavoratori duramente colpiti dalle continue chiusure che vanno avanti da oltre un anno”.
“Dopo apposito confronto con gli uffici abbiamo deciso di estendere l’esonero del canone per l’occupazione del suolo pubblico sino al 31 dicembre – spiega il primo cittadino – e di mettere a disposizione delle attività economiche strade, piazze e aree verdi, con la possibilità di ampliare sino al cinquanta per cento lo spazio già concesso.  Si tratta di una misura che come amministrazione abbiamo ritenuto doverosa e finalizzata a rilanciare la nostra economia, cercando di tendere una mano ai tanti lavoratori duramente colpiti dalle continue chiusure che vanno avanti da oltre un anno”.
Il governo in questi giorni ha ipotizzato una sorta di calendario delle riaperture a livello nazionale, che nella prima fase escluderebbe le tante attività che non dispongono di spazi all’esterno. “Così facendo si attuerebbe una discriminazione che, per quanto supportata da comprensibili ragioni sanitarie, non ne avrebbe, a mio avviso, dal punto di vista umano e imprenditoriale. Perché dietro ogni locale ci sono titolari, dipendenti e famiglie che da quei metri quadri vivono, indipendentemente che siano al chiuso o meno. Ciò che desideriamo noi è cercare in qualche modo di mettere tutti nelle stesse condizioni, perché si possa ripartire insieme.
Andiamo così ad accogliere le linee del Governo – che ha prorogato, con il Decreto Sostegni, la gratuità del suolo pubblico sino al 30 giugno -, andando oltre: perché spostiamo tale termine di ulteriori sei mesi, estendendo il sostegno in questione anche ai commercianti e agli artigiani alimentari; categorie escluse dal provvedimento statale che include esclusivamente i pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. Proseguiamo così con l’impegno assunto con apposita delibera a giugno dell’anno scorso, confermando la disponibilità a mettere a disposizione aree verdi, parcheggi, marciapiedi e piazze di tutto il territorio comunale per il posizionamento di tavolini, gazebo, ombrelloni, con un limite massimo di 80 metri quadri e la possibilità di estendere lo spazio pubblico già concesso sino al cinquanta per cento”.
Un aiuto concreto, quindi, ad alcune delle categorie più duramente colpite, “con la speranza che l’Isola possa uscire presto dalla zona rossa e che la nostra Selargius possa pian pian rialzarsi”.