Quartu, lacrime nel mondo del volontariato: muore a 51 anni Licia Strazzera

Un infarto nel sonno, ad Assemini, si porta via una delle volontarie storiche della Quartu Soccorso. Per anni a bordo delle ambulanze, è stata in prima linea anche durante l’emergenza Covid. La presidentessa Maria Vincenza Monni: “Attoniti e senza parole, perdiamo una collega stupenda e tanto sensibile”.

Se n’è andata nel sonno, l’ultimo giorno del 2021, nel letto della sua casa di Assemini, Licia Strazzera. Cinquantuno anni, è stata una delle volontarie più longeve della Quartu Soccorso, associazione di volontariato molto attiva nella terza città della Sardegna. Lascia la madre e una sorella, Licia: la tragica scoperta è stata fatta, stando a quanto trapela, da una sua collega. Ha provato a contattarla più volte al cellulare, senza successo, e si è insospettita, facendo scattare l’allarme. Non stava bene da tempo, “aveva superato almeno altri due infarti ed era intenzionata a dare le dimissioni dall’associazione proprio perché, su suggerimento del medico, non doveva compiere sforzi eccessivi”, spiega, con le lacrime agli occhi, la presidentessa Maria Vincenza Monni. Licia Strazzera faceva la badante, “si occupava di seguire alcuni anziani. Nel suo lavoro e nella nostra associazione ha sempre operato con la massima delicatezza e umanità. Per anni ha fatto i turni a bordo delle nostre ambulanze”.
“Perdiamo una volontaria stupenda, sempre pronta a dare una mano e a mettere tutta se stessa in ogni cosa che faceva, proprio come nello spirito di ogni vero volontario. Siamo tutti attoniti e senza parole per la sua morte”. L’ultimo saluto alla 51enne domani, domenica due gennaio, alle nove nella chiesa di San Gregorio Magno a Pirri.


In questo articolo: