Maracalagonis prega per Maurizio, il 27enne in fin di vita dopo lo schianto sulla 195 a Cagliari

Lotta tra la vita e la morte al Brotzu il giovane al volante dell’Audi andato a sbattere violentemente contro il guard rail. La sindaca Fadda: “C’è una famiglia che soffre, preghiamo tutti silenziosamente”. La sorella del 27enne: “Forza, vita mia”.

È in gravissime condizioni Maurizio Cocco, il ventisettenne di Maracalagonis rimasto vittima di un terribile incidente, sabato notte, sulla 195 Racc a Cagliari. Il giovane era al volante della sua Audi quando è andato a sbattere violentemente contro il guard rail. Le sue condizioni sono ancora molto gravi, e i medici stanno facendo di tutto per salvarlo. La notizia dell’incidente ha scosso tutta la comunità di Maracalagonis, dove Maurizio è molto conosciuto. La sindaca Francesca Fadda si fa portavoce del sentimento di preoccupazione e di paura che avvolge tutto il paese.

“È rimasto coinvolto in un bruttissimo incidente un nostro concittadino, e un amico caro, Maurizio. Sono stata avvisata dalla sorella Monica mia carissima amica, dello scontro violentissimo che ora costringe Maurizio a lottare per la vita. Ed ecco, carissimi concittadini, dopo aver incontrato la famiglia stasera e aver stretto la mamma forte forte a me, come se stringessi la mia di mamma, considerato che per me la famiglia di Maurizio è non solo una famiglia di persone che frequento e di concittadini, ma è una mamma e un papà e una famiglia che soffre e prega per il proprio figlio, vi chiedo e vi prego di voler pregare per Maurizio silenziosamente e discretamente, perché ora c’è bisogno di questo, di calore per una mamma e un papà che hanno necessità di tanta solidarietà e tranquillità. Non rincorrete per favore morbosamente ogni voce o ricostruzione. L’incidente é talmente devastante che non serve aggiungere nulla. I miei migliori auguri di pronta guarigione vanno anche al ragazzo di Sinnai coinvolto anche lui nell’incidente che spero di rivedere presto e che spero, come per Maurizio, possa riprendersi presto”. Molto toccante, su Facebook, il post della sorella del 27enne: “Dimmi che sei forte! Dimmi che torni da me! Perché io sono qui che ti aspetto, forza vita mia”.


In questo articolo: