Irrinunciabilmente Farias

Diego vuole prendere sulle spalle il Cagliari

Ci sono giocatori che sembrano fatti apposta per dividere. Giocheranno, segneranno e ci sarà sempre qualcuno pronto a criticarli. Non giocheranno, sbaglieranno e ci sarà chi sarà disposto a difenderli ad oltranza. Uno di loro è Diego Farias: 25 anni, brasiliano, la samba nel cuore e il dribbling nelle vene. Tanto amato quanto odiato, tanto elogiato quanto criticato.

Il funambolo di Sorocaba ha unito haters e sostenitori nell’amichevole contro la Rappresentativa Barbagia disputando una partita eccellente. Tre gol in 45′ passati in campo, tante belle giocate che l’hanno reso un incubo per la malcapitata difesa barbaricina, e anche molto lavoro sporco con pressing e corsa. Farias sembra voler far capire che il Cagliari deve ripartire da lui.

È vero, gli avversari domenica non erano all’altezza e la Serie B sarà tutta un’altra musica. Ma le premesse ci sono, DF17 vuole diventare un insostituibile nello scacchiere di Rastelli. Per farlo dovrà eliminare quella discontinuità che lo ha sempre contraddistinto e, probabilmente, gli ha impedito una carriera di spessore decisamente maggiore, ampiamente alla portata considerato il suo talento. Prosegui la lettura


In questo articolo: