I numeri per il governo Draghi: M5s non determinante col sì della Lega

La ‘maggioranza Ursula’, ovvero i giallorossi assieme a Forza Italia, non sarebbe sufficiente per sostenere Draghi. Ma l’ingresso di Salvini cambia gli equilibri. Ecco i possibili scenari in Parlamento

Lega e Movimento 5 stelle. Sono i due partiti i cui numeri in Parlamento sono fondamentali al nuovo governo per ottenere la maggioranza assoluta. Infatti, la sola ‘maggioranza Ursula’, ovvero i giallorossi assieme a Forza Italia, non sarebbe sufficiente.

Il partito di Matteo Salvini ha confermato l’appoggio al governo guidato da Mario Draghi, mentre il Movimento 5 stelle è diviso al suo interno tra i favorevoli a far parte della partita e i contrari (soprattutto tra i senatori) a sostenere l’esecutivo dell’ex governatore della Bce. Ma, con il sì dei leghisti, i numeri dei pentastellati non sarebbero più determinanti (e viceversa). L’appoggio di Lega e M5s, infatti, è sì fondamentale dal punto di vista dei numeri, ma il sì dell’una forza politica fa venir meno la necessità numerica del via libera anche da parte dell’altra. Ecco alcuni scenari possibili. Continua a leggere su Agi.it


In questo articolo: