“Gli dicevano grasso, brutto, inutile”: così Andy è morto a 12 anni per colpa dei bulli

Il racconto commosso del papà: “Stava combattendo una guerra interiore per la sua sessualità: pensava di essere bisessuale, ma la voce si è diffusa a scuola ed è diventato vittima degli attacchi dei compagni”. La mamma come monito mondiale contro il bullismo ha pubblicato la foto della bara del piccolo Andy su Fb


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

“Gli dicevano grasso, brutto, inutile”. Andy è morto a soli 12 anni, suicida per colpa del bullismo. La mamma ha deciso di pubblicare la foto del suo adoprato bimbo disteso sulla bara, come monito mondiale contro i bulli.

La vicenda è avvenuta negli Usa e sta facendo il giro del mondo: “Andy ha lasciato diverse note – ha raccontato la donna –  diceva” Voglio che sappiano cosa hanno fatto e che impatto le loro azioni abbiano sulla vita degli altri”.

Secondo il papà invece “stava combattendo una guerra interiore per la sua sessualità: pensava di essere bisessuale, ma la voce si è diffusa a scuola ed è diventato vittima degli attacchi dei compagni”. E ora basta vittime del bullismo, l’appello social in tutto il mondo.