Festival della letteratura “Sulla Terra Leggeri”

Alghero 25-27 luglio 2015 

Il festival letterario itinerante Sulla Terra Leggeri saluta la città di Sassari e si trasferisce ad
Alghero , sulla Riviera del Corallo, per vivere le tre giornate conclusive dell’ottava edizione di un
evento organizzato dall’Associazione Camera a Sud e dalla cooperativa Ragazze Terribili,
direzione artistica di Flavio Soriga con Paola Soriga e Geppi Cucciari.

Il festival saluta Sassari, e lo fa alla grande. La città ha risposto presente, ha ascoltato e
partecipato con entusiasmo e interesse agli appuntamenti proposti dalla rassegna stampa
mattutina alla colazione con l’autore e sino ai saluti della mezzanotte, affollando gli spazi della
piazza del Mercato – viva, animata, allegra e divertente – e dimostrando di avere fame di cultura,
di opportunità, di occasioni per ascoltare, osservare, leggere e condividere momenti e esperienze.

Ieri, nell’ultima serata sassarese, la piazza ha risposto presente: un mare di gente ha rivolto lo
sguardo verso il palco vestito ad hoc dallo stilista Antonio Marras. Ha lasciato spazio ai più
piccoli in un momento di gioco e poesia dedicato a bambini e bambine da Daniele Miglio. Ha
ascoltato il volto della Pola Massimiliano Medda ricordare Sergio Atzeni assieme a Flavio
Soriga, ed ha ascoltato con medesimo trasporto e attenzione anche la scrittrice Bianca
Pitzorno, in un invito alla lettura condiviso con il direttore della Nuova Sardegna Andrea Filippi.
Ha riso ed ha sorriso quando, sul palco, sono saliti Geppi Cucciari e Gipi. Si è commossa con il
ricordo di Giovannino Giordo di Elio Satta. E ha cantato, ha ballato, ha applaudito in un gran
finale originale, unico, che ha portato sul palco Dente, Dimartino, Davide Toffolo e Pasquale
Demis Posadinu, artisti della parola e della nota che non si sono risparmiati, hanno suonato e
cantato le loro canzoni, hanno duettato e raccontato in musica una storia griffata Abbabula e
Sulla Terra Leggeri.

Oggi, sabato 25 luglio, prima giornata algherese del festival, si comincia alla libreria Caffè
Cyrano, teatro dell’anteprima del nuovo disco Claudio Gabriel Sanna, introduzione affidata a
Claudia Soggiu. Alle 10 prima colazione catalana con il Premio Strega 2015 Nicola Lagioia,
conduzione affidata a Emiliano Di Nolfo. Alle 19 Enrica Sirigu terrà una breve lezione estiva
sulla musica barocca in via della Resistenza, quindi il festival si sposterà al mirador Giuni Russo
per l’invito alla lettura rivolto al pubblico da Davide Toffolo, musicista e autore di graphic novel,
e dal giornalista Rai Paolo Mastino. Gerardo Greco (Rai Tre) dialogherà con la direttrice di Rai
Cultura Silvia Calandrelli, con il direttore di Sky Arte Roberto Pisoni e con il direttore di
TV2000 Paolo Ruffini sul tema del giornalismo culturale in televisione; a seguire Flavio
Tranquillo e Paolo Piras racconteranno il calcio e il basket, i grandi giocatori e i clamorosi
bidoni. Guest star sul palco il campione d’Italia e giocatore della Dinamo Banco di Sardegna
Sassari Brian Sacchetti. A chiudere la serata saranno gli scrittori Nicola Lagioia e Lidia
Ravera, che assieme alla giornalista Anna Piras racconteranno l’Italia dei narratori del nostro
tempo. Alla mezzanotte, a El Trò, dj set con Francesco Mandelli e Federico Russo. Il
programma odierno nel dettaglio:

ore 09:00 Liberia Caffè Cyrano, via Vittorio Emanuele 11
Altres Paraules
anteprima del nuovo disco di Claudio Gabriel Sanna
con Claudio Gabriel Sanna (canto e chitarra) e Ignazio Chessa (voce recitante)
introduce Claudia Soggiu
in collaborazione con Obra Cultural de l’Alguer

ore 10:00 Liberia Caffè Cyrano, via Vittorio Emanuele 11
colazione con l’autore
Nicola Lagioia presenta La ferocia (Einaudi, 2014) romanzo vincitore del Premio Strega 2015
conduce Emiliano Di Nolfo

ore 19:00 Giardino di Casa Serena, via della Resistenza
Breve lezione estiva: la musica barocca
Storie, aneddoti, registrazioni e musica dal vivo per un viaggio nel mondo della musica classica
con Enrica Sirigu

ore 20.00 mirador Giuni Russo
invito alla lettura: la graphic novel
Paolo Mastino dialoga con Davide Toffolo

ore 21:00 mirador Giuni Russo
Raccontare l’Italia: il giornalismo culturale in televisione
Il giornalista di Rai Tre Gerardo Greco dialoga con la direttrice di Rai Cultura Silvia Calandrelli,
con il direttore di Sky Arte Roberto Pisoni e con il direttore di TV2000 Paolo Ruffini

ore 22.00 mirador Giuni Russo
invito alla lettura
Raccontare l’Italia: calcio e basket, storie di grandi giocatori e brocchi clamorosi
con Flavio Tranquillo, Paolo Piras e Brian Sacchetti

ore 23.00 mirador Giuni Russo
Raccontare l’Italia: narratori del nostro tempo
Anna Piras dialoga con Nicola Lagioia e Lidia Ravera

a mezzanotte, El Trò, Lungomare Valencia
dj set con Francesco Mandelli e Federico Russo

Domani, domenica 26 luglio, nella seconda giornata del festival sulla Riviera del Corallo, si
comincia al mattino in via Catalogna, al bar Girasole, con Carlo Sechi a dialogare con Sebastià
Bennassar nella prima delle due colazioni colazione con l’autore della domenica algherese. Il
secondo appuntamento, alle 10, è con il cantautore Dente che, introdotto da Flavio Soriga,
racconterà alla gente le sue Favole per bambini stanchi. Dall’alba al tramonto, al mirador Giuni
Russo, si riparte con la scrittrice Rossana Copez, compagna di vita di Sergio Atzeni, che
ricorderà e racconterà lo scrittore di Capoterra. A seguire Francesco Mandelli presenterà con
l’autore Matteo BBianchi il suo romanzo Osnangeles (Baldini e Castoldi, 2014). La serata
proseguirà poi con alcuni straordinari appuntamenti letterari. Mario Andreose racconterà la sua
vita nel mondo dei libri da giovane editor a direttore editoriale della Bompiani; a dialogare con lui
Guido Vitiello. Daniele Miglio presenterà alla platea il monologo Tanto pe’ dì, Flavio Soriga
chiacchiererà con uno dei più amati e noti scrittori inglesi viventi, John Niven (interprete Chiara
Fois). Sul palco, a chiudere la serata al mirador, saliranno quindi Geppi Cucciari e Antonio
Caprarica. Alla mezzanotte partirà il dj set a El Trò, con Malasorti Dub.

ore 09:00 bar Il Girasole, via Catalogna 34
colazione con l’autore
Carlo Sechi dialoga con Sebastià Bennassar

ore 10:00 bar Il Girasole, via Catalogna 34
colazione con l’autore
Dente presenta Favole per bambini stanchi (Bompiani, 2015)
introduce Flavio Soriga

Ore 20:00 mirador Giuni Russo
invito alla lettura
Il racconto di Sergio Atzeni
Rossana Copez

ore 20:15 invito alla lettura mirador Giuni Russo
Esordire (o quasi)
Matteo BBianchi dialoga con Francesco Mandelli

ore 21:00 mirador Giuni Russo
invito alla lettura
Una vita per i libri
Guido Vitiello dialoga con Mario Andreose

ore 21:45 mirador Giuni Russo
monologo di Daniele Miglio
Tanto pe’ di’

ore 22:00 mirador Giuni Russo
Scrivere, vivere, inventare mondi
Flavio Soriga dialoga con John Niven
interprete Chiara Fois

ore 23:00 mirador Giuni Russo
Geppi Cucciari dialoga con Antonio Caprarica

a mezzanotte El Trò, Lungomare Valencia
Malasorti Dub

MINI BIO:

Giuseppe Peveri detto Dente è nato a Fidenza nel 1976. Tra i più acclamati cantautori della
nuova generazione, ha all’attivo cinque dischi che gli sono valsi un’accoglienza calorosa del
pubblico e della critica. A maggio del 2015 ha pubblicato, per Bompiani, Favole per bambini molto
stanchi, libro illustrato da Franco Matticchio.

Claudio Gabriel Sanna. Nato ad Alghero, cantautore e ricercatore, dal 1979 si dedica alla
musica popolare. Nel1981 inizia l’attività concertistica, fondando l’Associazione musicale Càlic,
gruppo storico della musica sarda. Si è dedicato alla ricerca sul campo, recuperando antiche
ballate, testi e canti popolari catalani di Alghero, e laureandosi nel 1987 con una tesi di Sociologia
della Musica dal titolo La tradizione musicale di Alghero dalla conquista catalana ai mandolini
napoletani. Ha composto musiche di scena per opere di teatro e danza, in collaborazione con
diverse compagnie teatrali sarde, corse e catalane. Ha pubblicato 8 dischi e partecipato a festival
internazionali in tutta Europa. Alcune sue canzoni sono state inserite in varie compilation di
musica etnica a livello internazionale. La musica di Claudio Gabriel Sanna è inseparabile da
Alghero ed è come la sua città: unica e originale, popolare e raffinata, ibrida mescolanza secolare
di cultura sarda, italiana e catalana.

Nicola Lagioia (Bari 1973). Vincitore del Premio Strega 2015. Oltre a La ferocia (Einaudi 2014),
ha pubblicato i romanzi Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (minimum fax 2001, premio Lo
Straniero), Occidente per principianti (Einaudi 2004, premio Scanno), Riportando tutto a casa
(Einaudi 2009, premio Viareggio Rèpaci, premio Vittorini, premio Volponi). Dirige nichel, la collana
di letteratura italiana di minimum fax. È una delle voci di Pagina3, la rassegna stampa quotidiana
di Radio3. È tra i fondatori del blog letterario www.minimaetmoralia.com. È uno dei selezionatori
della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Scrive per diversi giornali e riviste.
Vive a Roma.

Enrica Sirigu, nata a Cagliari nel 1984, studia dall’età di 14 anni il flauto traverso. Ha frequentato
a Milano e Verona i corsi di traversiere presso la Civica Scuola di Musica e il Conservatorio E.F.
Dall’Abaco. Nell’ultimo anno ha vissuto a Salisburgo e ha studiato presso l’Universität Mozarteum.
Ha seguito masterclass e seminari con importanti nomi del panorama musicale europeo e ha
collaborato con prestigiosi gruppi da camera e orchestre barocche italiane, esibendosi per
rassegne ed eventi di grande prestigio come MiTo, il Fringe Festival di Utrecht, I concerti del
Quirinale di Radio 3, Milano Classica. È cofondatrice e componente del Divèrbium Ensemble,
dell’Ensemble L’Invenzione e del Trio Wendling.

Gerardo Greco è stato per 12 anni corrispondente della Rai a New York. Da lì ha seguito l’11
settembre, le guerre al terrorismo, la fine di Bush, l’avvento di Obama, le primavere arabe e le
sfide della Casa Bianca. Dal marzo del 2013 è tornato a Roma per curare la trasmissione Agorà
che conduce tutte le mattine, dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 10. Tutti i protagonisti della politica
nazionale, e molti di quella internazionale, sono passati davanti alla sua telecamera negli ultimi 15
anni. Ha scritto alcuni libri (sul g8, Sopravvivere al g8 e su Obama, Good Morning America). Si è
occupato per la Rai di creare e ridisegnare prodotti e format tv (Agorà Rai3, Unomattina Rai1,
Slang Rai3). Ha vinto alcuni premi, tra cui il Premiolino in Italia. Vive a Roma, nel quartiere Trieste,
è sposato e ha un figlio, Bernardo.

Silvia Calandrelli è nata a Roma l’11 ottobre 1963. Laureata in filosofia, attualmente è Direttore
di Rai Cultura (Rai Storia, Rai 5, Rai Scuola), in precedenza è stata Direttore di Rai Educational,
Vice Direttore di Rai Tre, Vice Direttore di Rai Nuovi Media.

Paolo Ruffini. 57 anni, giornalista ha lavorato nella carta stampata, in radio e in tv. È stato
notista politico di Il Mattino, inviato speciale, notista, editorialista e vicedirettore di Il Messaggero,
direttore del Giornale Radio Rai, di Radio1 e di Gr Parlamento, direttore di Rai3 e di La7.
Attualmente è direttore di rete Tv 2000 e di Radio in Blu. Ha dato vita a numerose trasmissioni di
informazione e cultura sia in radio che in tv (Baobab, Il baco del Millennio, Gr cultura, Inviato
Speciale, Che tempo che fa, Ballarò, Vieni via con me, Mestiere di vivere, In ½ ora, Le Storie,
Quello che non ho, Revolution, Beati voi, Soul, Siamo noi. Ha vinto numerosi premi giornalistici
(Ischia, Folgarida, Fregene, Rossellini, Penne Pulite, Enzo Biagi), e ha scritto diversi saggi.

Flavio Tranquillo è nato a Milano il 31 gennaio 1962. Comincia la sua carriera radiofonica nel
1983 a Radio Press Panda sostituendo temporaneamente il radiocronista delle partite dell’Olimpia
Milano, tale Federico Buffa. Al rientro dagli USA l’avvocato gli concede generosamente di restare
come seconda voce (qualche anno dopo i ruoli si invertiranno). Dopo esperienze ancora in radio a
Radio Peter Flowers e Novaradio fa il suo esordio televisivo nel 1985. Grazie alle buone parole di
Guido Bagatta ed Andrea Bassani diviene delegato di produzione degli Sport Americani sulle allora
reti Fininvest. In seguito si trasforma in giornalista e telecronista per Italia 1, TV Koper
Capodistria, Tele+ e attualmente per SKY Sport. Flavio fa parte del nucleo “storico” che il 19
agosto 1991 cominciò l’avventura Tele+, poi sfociata in SKY Sport. Dal dicembre 1998 al giugno
2000 è stato Responsabile Comunicazione della Lega Basket, sempre continuando però a
collaborare con Tele + per le telecronache di basket NBA. Per molti anni ha commentato anche il
basket NCAA e il football NFL, prima di dedicarsi completamente al basket di Serie A, Euroleague
e NBA. La sua voce è anche legata alla Nazionale Italiana di basket che ha seguito in Francia nel
vittorioso Campionato Europeo del 1999 e in Svezia nell’edizione del 2003 dove la Nazionale colse
il terzo posto che le permise di qualificarsi per il Torneo Olimpico di Atene 2004.

Paolo Piras, giornalista, è inviato del Tg3. Prima di occuparsi dei fatti di cronaca e delle
emergenze del mondo del lavoro in giro per l’Italia, è stato giornalista di calcio e ha avuto una
sua rubrica nella Domenica Sportiva. Ha scritto Bravi&Camboni. L’epica minore del Cagliari: piedi
storti, teste matte e colpi di genio (2014, Egg).

Lidia Ravera ha raggiunto la notorietà con il romanzo di esordio Porci con le ali (1976),
manifesto della generazione degli anni Settanta, oltre due milioni e mezzo di copie vendute. Da
allora ha scritto 30 libri, per lo più romanzi. I più recenti: Maledetta gioventù, Né Giovani né
vecchi, In quale nascondiglio del cuore, La festa è finita, Sorelle, Il freddo dentro, Eterna ragazza,
Le seduzioni dell’inverno (finalista al Premio Strega 2008), Il dio zitto, La guerra dei figli e A
Stromboli. Piangi pure (vincitore, tra gli altri, del Premio Asti d’Appello, Premio Capalbio, Premio
Stresa di Narrativa), è diventato uno spettacolo teatrale dal titolo Nuda proprietà. Il suo ultimo
romanzo è Gli scaduti. Ha scritto per il cinema, il teatro e la televisione. Da marzo 2013 ricopre
l’incarico di Assessore alla Cultura e Politiche giovanili della Regione Lazio.

Francesco Mandelli (Erba, 3 aprile 1979) è un attore, presentatore, autore e musicista, noto
per aver esordito nel 1998 nei panni del “nongiovane” con Andrea Pezzi, su MTV. Negli anni ha
consolidato il suo ruolo all’interno dell’emittente musicale con molti programmi di successo da lui
scritti e interpretati, tra i quali il fortunato sketch show “I soliti idioti”, che diventa un film (I soliti
Idioti, 2009) e poi un libro (Mondadori, 2012). Sempre nel 2012 esce nelle sale anche I 2 Soliti
Idioti. Ha recitato in molti film di successo, come Manuale d’amore di Giovanni Veronesi, Natale a
Miami e Natale a New York, Pazze di Me di Fausto Brizzi e Colpi di Fortuna di Neri Parenti. Nel
2014 è uscito per Baldini&Castoldi esce un suo libro di racconti, Osnangeles.

Federico Russo nasce a Firenze nel 1980. Nel settembre 2001 debutta come speaker in
un’emittente toscana: Radio Sieve. Nel 2003 approda a Radio Dimensione Suono, dove rimane nei
successivi quattro anni. Nel gennaio 2007 entra a far parte del cast di Radio Deejay. Nel 2002
partecipa come concorrente e poi come inviato al programma di Italia 1 Operazione trionfo. Nel
gennaio 2004 diventa uno dei volti di MTV, dove conduce diversi programmi, tra cui TRL- Total
Request Live. Nel 2006 conduce su AXN, canale satellitare della Sony (di Sky Italia), lo show
Snaparazzi. Nel 2011 ha pubblicato Ci si mette una vita, il suo primo romanzo (Einaudi Stile
Libero). Nel 2014 presenta l’edizione italiana di The Voice, su Raidue. Attualmente è in onda su
Radio Deejay con Vic e Marisa in Via Massena.

Sebastià Bennassar (Palma di Maiorca, 1976) ha lavorato per undici anni come giornalista ai
quotidiani Baleares e Diari de Balears, scrive di letteratura sul supplemento L’Espira e collabora
con diversi giornali e riviste. Ha pubblicato numerosi libri di poesia e narrativa, fra cui A la sabana
no hi ha temps per a la compassió (Inrevés, 2002), El dia de l’alliberament (Documenta, 2006),
Jo no t’espere (El Gall Editor, 2008), Mateu el president (Cossetània, 2009). Nel 2011 ha
pubblicato Pot semblar un accident: un saggio sul romanzo noir catalano dell’ultimo decennio. Il
suo ultimo romanzo è Cants de sirena negra (Edicions Saldonar, 2015).

Rossana Copez. Laureata in Filosofia e specializzata in studi sardi all’università di Cagliari ha
collaborato con quotidiani e riviste. Ha curato diverse opere sulla cultura della Sardegna. Ha
insegnato Italiano e Storia negli Istituti superiori. Con Sergio Atzeni, nel 1978, ha scritto Fiabe
sarde (Condaghes). Con Tonino Oppes Tutti buoni arriva Mommotti (Condaghes); con Mohamed
Ayyoub Fiabe palestinesi (Condaghes). È suo il romanzo Si chiama Violante (Il Maestrale). Con
Giovanni Follesa ha pubblicato Terra mala (Il Maestrale e Avanti marsch! (Arkadia).

Mario Andreose veneziano, è attivo da alcuni decenni nell’editoria. Ha partecipato all’avventura
de Il Saggiatore di Alberto Mondadori in vesti successive di correttore di bozze, traduttore,
redattore, redattore capo, direttore editoriale. Passato alla Mondadori si è occupato del settore
nascente delle coedizioni dei libri per ragazzi e dei libri illustrati. È stato direttore editoriale del
Gruppo Fabbri, comprendente le edizioni scolastiche e le case editrici Bompiani, Sonzogno, Etas.
Attualmente è direttore letterario della RCS Libri e collaboratore della Domenica del Sole 24 ore. A
marzo del 2015 ha pubblicato Uomini e libri (Bompiani): decenni di vita letteraria passati a
leggere, incontrare, confrontarsi con scrittori che hanno segnato il Novecento.

John Niven è nato a Irvine, Ayrshire, Scozia. Scrive per «The Times», «The Independent»,
«Word» e «FHM». Ha lavorato per anni nell’industria discografica, contribuendo probabilmente a
mandarla a catafascio. Ha pubblicato il romanzo breve Music from Big Pink e i romanzi Kill Your
Friends (satira del mondo della musica britannica al suo apice, che gli ha garantito fama e
riconoscimenti) e The Amateurs. Il successivo, A volte ritorno (Stile Libero 2012), è stato un caso
editoriale. Nel 2014 ha pubblicato, sempre per Einaudi Stile Libero, Maschio bianco etero.

Antonio Caprarica (Lecce, 1951) ha accumulato la sua vasta esperienza internazionale in
trent’anni di reportage dall’estero: per la Rai è stato prima inviato di guerra in Afghanistan e Iraq,
poi corrispondente da Gerusalemme, Il Cairo, Mosca, Parigi e Londra. Ha lavorato anche nella
carta stampata, come commentatore politico dell’Unità e di Epoca e condirettore di Paese Sera, e
in radio, come direttore dei Giornali radio Rai e RadioUno. Per la sua attività ha ricevuto i più
prestigiosi premi di giornalismo. È autore di romanzi, racconti di viaggio e saggi. Tra i suoi titoli di
maggior successo, tutti pubblicati da Sperling & Kupfer, La ragazza dei passi perduti, Dio ci salvi
dagli inglesi …o no?!, C’era una volta in Italia, Il romanzo dei Windsor, Il romanzo di Londra.


In questo articolo: