Draghi, al via il secondo giro di consultazioni

L’ex presidente della Bce ha davanti un cammino serrato e non privo di insidie, con i paletti e i tatticismi dei partiti che potrebbero rendere più difficile il gioco delle alleanze. Incognite sulla squadra, che potrebbe includere anche figure politiche

Parte oggi il secondo giro di consultazioni e intorno a Mario Draghi si moltiplicano i segnali dei partiti nella ricerca di formula e programma per fare partire il governo. Un cammino serrato e tuttavia non privo di tatticismi che potrebbero avere un impatto inaspettato. Dopo le questioni che nella ex maggioranza innesca la presenza della Lega in quella in costruzione, è della serata di domenica, per esempio, l’invito rivolto da Giuseppe Conte a M5s a distinguere tra alleati “leali” e chi “ha voltato le spalle” e ora “prova a lucrare” sulla situazione per “trarne vantaggio”. Collegato in streaming con l’assemblea dei parlamentari 5 stelle il presidente del Consiglio uscente ha tratteggiato “condizioni”, dei paletti in sostanza, che potrebbero rendere più difficile il gioco delle alleanze. Anche se Conte, che ha confermato di non voler entrare nel governo, spinge un M5s tormentato – e in procinto di ‘contarsi’ su Rousseau – a stare in partita.

Leggi su https://www.agi.it/politica/news/2021-02-08/governo-draghi-partiti-ministri-consultazioni-squadra-11319062/


In questo articolo: