Confcommercio esulta: ecco 86 milioni per i debiti delle imprese sarde

La buona notizia per un settore in agonia


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

 “Immettere 86,5 milioni di risorse nuove nel sistema commerciale è veramente una delle priorità da seguire perche’ genera un circolo viurtuoso creando economia”. Cosi’ il presidente regionale di Confcommercio Sardegna, Agostino Cicalò, commenta il mini assestamento di bilancio predisposto dalla giunta regionale per pagare i debiti della pubblica amministrazione.

“In questo modo si sta alleviando la sofferenza di molte imprese sarde che hanno il problema di pagare i loro fonritori, tra questi ci sono anche i loro dipendenti, che  poi vanno a effettuare consumi innescando un meccanismo immediato per creare economia – aggiunge Cicalò – Certo queste risorse non si sono spese quando si sarebbero dovuite spendere, ma non ho dubbi sull’utilizzo immediato di metterli a disposizione delle imprese, i cui crediti devono essere tra gli obblighi della pubblica amministrazione”.

Secondo il presidente di Confcommercio Sardegna “è anche importante poter avere disponibilità delle somme per quelle aziende alle quali le banche hanno sospeso il flusso di credito, ridando così respiro e credibilità finanziaria alle imprese. Se oltre questo si fosse in grado oggi di tenere in linea i pagamenti correnti – conclude – si darebbe maggiore sicurezza alle imprese stesse”.


In questo articolo: