“Cagliari, il Ficus potato in via Tigellio? No, lo hanno massacrato”

La denuncia: “Invece dei potatori sono stati inviati dei taglialegna che si sono limitati a tagliare di netto e di brutto i rami sporgenti, lasciando
in bella vista dei moncherini, orribili a vedersi”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

“Lo hanno letteralmente massacrato!!! E’ il “Ficus” ben rigoglioso, certamente esuberante , ben radicato, troppo sviluppato, soprattutto
oltre la cancellata di Villa Tigellio e che aveva bisogno di una bella potatura per evitare intralci e intoppi alla viabilità, specie dei pedoni in una strada, come è via Tigellio abbastanza trafficata per la presenza del vicino Orto Botanico, delle facoltà giuridiche ed economiche dell’Università cittadina, della mensa della Caritas, del Santuario di S.Ignazio e dell’Anfiteatro romano.

Ma invece dei “potatori” hanno inviato dei taglialegna che si sono limitati a tagliare di netto e di brutto i rami sporgenti, lasciando
in bella vista dei moncherini, orribili a vedersi.
Un domanda sorge spontanea: ma in che mani siamo? Chi è che ha cura della città? Chi ordina e chi controlla i lavori che s’hanno da fare,
anche quelli più semplici, come quello appunto della potatura di un albero, per di più in pieno centro storico e in un’area archeologica
protetta? Il Sindaco, gli Assessori, i Dirigenti ci facciano una capatina e se ne rendano conto, ma soprattutto facciano fare un intervento qualificato per rendere “civile” quest’angolo deturpato e abbandonato: non è un sito culturale e turistico ? E la Sovrintendente?”

Marcello Roberto Marchi


In questo articolo: