Blitz della Finanza a Chia e Tuerredda: pugno di ferro contro gli ambulanti abusivi

I controlli sono scattati lungo alcune delle principali spiagge del sud dell’Isola

Contraffazione e abusivismo commerciale, sequestrati dalla Guardia di Finanza oltre 400 articoli.

I controlli sono scattati lungo alcune delle principali spiagge del sud dell’Isola.

A Pula, in località “Tuerredda”, i finanzieri hanno individuato due cittadine straniere, una argentina e una spagnola, che erano intente a vendere prodotti alla clientela presente in spiaggia. Sono stati sequestrati 45 abiti. Per loro una sanzione di 1.032 euro.

Individuati anche 3 extracomunitari che, seppur tutti titolari di partita iva, non disponevano della concessione per esercitare la vendita sui litorali. Anche per loro è scattata la stessa sanzione.

Controlli anche a Domus de Maria, in località “Chia”, dove le fiamme gialle hanno sequestrato 52 accessori di moda tra cappellini, zaini e cinture ad un extracomunitario, anche lui privo di partita iva e licenza e ne hanno sanzionato un secondo perchè sprovvisto di licenza.

Trovati anche, abbandonati tra i cespugli, 7 borselli di noti marchi contraffatti.

A Cagliari invece, durante un posto di controllo, i finanzieri hanno trovato all’interno di un’auto 52 tiralampo contraffatte riconducibili a noti marchi della moda. La perquisizione dell’abitazione del conducente, un extracomunitario di 33 anni, ha permesso di trovare altri 86 articoli finemente contraffatti tra borse, portafogli e occhiali. Tutta la merce è stata sequestrata.

 

 


In questo articolo: