Verde pubblico ko a Quartu, presidio a oltranza dei lavoratori: “Gravissimi danni anche per i cittadini”

La manutenzione del verde pubblico a Quartu Sant’Elena è di nuovo sospesa e i lavoratori, già in stato di agitazione, si preparano a un presidio a oltranza

La manutenzione del verde pubblico a Quartu Sant’Elena è di nuovo
sospesa e i lavoratori, già in stato di agitazione, si preparano a un
presidio a oltranza che verrà organizzato dalla Flai Cgil davanti al
Comune se non si otterranno certezze entro il 29 maggio.

“Nonostante gli accordi firmati dieci mesi fa, con l’impegno
dell’amministrazione a garantire le risorse, la continuità del
servizio e dei livelli occupazionali – ha detto la segretaria
territoriale Flai Cgil Valentina Marci – l’appalto è nuovamente
sospeso, con un gravissimo danno per i cittadini, che ancora una volta
vedranno la propria città in uno stato di abbandono e degrado, e per i
trenta lavoratori senza reddito e senza alcun ammortizzatore dal 14
maggio”. Una palese dimostrazione di inaffidabilità secondo la Flai,
che denuncia anche l’assoluta mancanza di trasparenza e tempestività
nelle comunicazioni da parte dell’amministrazione.

Nel frattempo, le procedure dell’ultima gara, che prevede un
affidamento per 18 mesi, sarebbero state bloccate per una presunta
irregolarità ma non c’è alcuna certezza sulle reali motivazioni dei
ritardi.

“L’assessora all’Ambiente Tiziana Terrana – ha spiegato Valentina
Marci – ci ha comunicato che al momento attuale gli uffici stanno
valutando le offerte tecniche della gara ma nessuno chiarisce quando
ripartirà l’appalto”.

Per domani sembra sia prevista, sempre secondo le comunicazioni
dell’assessora, una seduta pubblica per l’apertura delle offerte
economiche relative a un affidamento “tampone” di 65 giorni, che
partirebbe entro tre giorni. Da qui la decisione di sindacato e
lavoratori di aspettare fino al 29 maggio per capire se il servizio,
seppure temporaneamente, ripartirà. Altrimenti, lo stato di agitazione
si trasformerà in una vera e propria mobilitazione con presidio
davanti al Comune.


In questo articolo: