Tregua di ferragosto a su Poettu…per ora sventola bandiera bianca

Analisi di Gianfranco Carboni sul Poetto di Cagliari

Ultim’ora: annuncio sconvolgente tregua a Su Poetu. E’ necessario chiarire, come sappiamo, tutto iniziò con la richiesta di libertà: Poetto liberoo – Poetto per tuttiii, no alle catene viva la libertà! Is Murungionis da una parte della barricata, la Bandatotubeni al di là delle mine della trincea dunale. Neppure il rapimento del sellino, che sostava nell’erba innaffiata che non si può calpestare, che non si può attraversare dopo la strada a otto corsie, eppure era un fatto grave direbbe spietato anche perché il sellino lo rubi, però danneggi anche il posteggiatore se non si accorge che il sellino non c’è più. Ormai i delinquenti che criticano diventano anche pericolosi, togliere il sellino al tubo della bici che hanno voluto, miseri masnadieri.

Nessuna pace, per quanto l’atto fosse efferato non ha posto fine alla guerra dei quattro mesi.
Nessuno passeggia più nel cantiere aperto: la polvere è tanta, i gradini fanno inciampare, non si può parcheggiare la bici e il motociclo, non si può calpestare il prato che non c’è, t’innaffi anche tu e ciò non dispiace, non esiste neppure la musica di una volta che allietava le giovani truppe. Black out alle 24,00 “a tipu cenerentola” – totusu a domu.
Nemmeno i più astuti strateghi potevano immaginare che al cospetto del quindici di agosto, della forza “de mesaustu” nessuno si priva di porceddu, crapitu, cambara ‘e maccioni, piscure, triglia e mumungioni. Sul mumungioni parliamo di pesci, non siate volgari. Finalmente a reti unificate è stato annunciato che la tregua è stata firmata alcuni minuti fa. Viva la pace, anche se qualche malalingua afferma che “is corpusu” arriveranno forti ai primi di settembre a inizio d’anno con l’amato capuadanni. Tutti morirono a stento ma alla fine che vogliamo si rissa, si combatte ma vi è sempre una ragione perché sventoli bandiera bianca.Divertitevi, bagnatevi, saltellate, approfittatene. Buon ferragosto.

Gianfranco Carboni


In questo articolo: