Taekwondo, l’olbiese Cristian Fresi Roglia brilla ai campionati italiani

476 atleti in gara, 154 squadre provenienti da tutta Italia, 6 campi di gara. Questo lo scenario dei campionati italiani di combattimento di taekwondo per le cinture nere, che si sono svolti ad Olbia, al Palaltogusto

476 atleti in gara, 154 squadre provenienti da tutta Italia, 6 campi di gara. Questo lo scenario dei campionati italiani di combattimento di taekwondo per le cinture nere, che si sono svolti lo scorso 02, 03, 04 marzo ad Olbia, al Palaltogusto.
In questa tre giorni di gara emozionanti, brilla la prestazione dell’olbiese Cristian Fresi Roglia, guidato dal Maestro Antonio Carta. Cristian, classe 2005, fresco di cintura nera,  ha fatto il suo esordio ai campionati italiani. Un esordio con il botto, riuscendo ad arrivare al 4° posto, ad un soffio dal podio.
L’inizio di Fresi Roglia è stato grandioso: in gara sin dal primo secondo, ha dimostrato grinta e determinazione, mettendo in pratica tutte le tecniche affinate in questi 3 mesi di dura e intensa preparazione. Un incontro a senso unico, che ha visto il giovane olbiese del team Carta sempre in avanti, arrivando ad avere un vantaggio massimo di 13 punti. Un vantaggio che l’ha portato ad amministrarlo nel terzo round, per cercare di mantenere le energie per l’incontro successivo.
Nell’incontro valevole per l’accesso alla semifinale, Cristian parte bene, ma le forze non lo assistono. La dura dieta a cui si è sottoposto (6 kg persi), l’incontro precedente che l’ha visto dominare, e l’avversario della nazionale italiana, sono ostacoli importanti. Fresi Roglia lotta con forza e determinazione, nonostante tutto non si abbatte. Prosegue i 3 round, tenendo testa all’avversario. Finisce al 4° posto. Un risultato incredibile per lui.
Una soddisfazione e un orgoglio immenso per il maestro Antonio Carta: “Cristian ha fatto un lungo percorso per arrivare a questi campionati italiani. La sua performance è stata perfetta: ha combattuto come si deve combattere, con grinta, determinazione, senza paura, risollevandosi da colpi potenti, con una tenacia che non credevo. Ha resistito alla stanchezza, ha combattuto da guerriero. E ha meritato questo 4° posto, che gli hanno valso anche ai complimenti da parte del presidente federale Angelo Cito. Non posso che essere orgoglioso. Questo era il primo vero obiettivo di Cristian, dopo la cintura nera. Ora che ha assaporato questo palcoscenico, sono certo che potrà solo avere una marcia in più per le prossime gare. La preparazione continua per lui e per gli agonisti dell’Angedras Taekwondo Olbia, AL Planet Fitness, in vista della prossima gara ai primi di aprile a Velletri”.


In questo articolo: