Si scava nel fango, un morto e 12 feriti nell’alluvione di Ischia

Un fiume di fango e detriti ha travolto questa mattina Casamicciola. Secondo gli esperti una tragedia annunciata. Meloni: “Faremo quello che serve”

Un fiume di fango e detriti ha colpito questa mattina, intorno alle ore 5, Casamicciola, comune dell’Isola di Ischia, provocando danni enormi.

E’ una donna la prima vittima accertata della frana di Casamicciola.

Al momento il bilancio è di 12 dispersi ma i soccorritori stanno scavando nel fango alla ricerca delle persone. Sul posto stanno operando 70 uomini dei vigili del fuoco, insieme a personale della Protezione Civile e agli uomini delle forze dell’ordine ma i soccorsi sono resi complicati anche dalle difficili condizioni meteo. Complessivamente sono 20 i mezzi impiegati tra elicotteri, droni e movimento terra.

 

Una famiglia con un neonato, data in un primo momento dispersa, è stata ritrovata: sono tutti salvi e ricorreranno alle cure dei medici. La frana è venuta giù, alle primissime luci dell’alba, dal monte alle spalle della frazione dell’isola, così come avvenuto nel novembre del 2009, e ha trascinato massi e detriti che hanno causato il crollo di almeno 10 edifici. Sono circa 30 i nuclei familiari isolati, in totale 100 persone che devono essere ancora raggiunte e che sono senza acqua e luce.

 

Secondo gli esperti, si tratta di una tragedia annunciata per le case costruite in luoghi pericolosissimi dal punto di vista idrogeologico.