Sette capannoni con tetti in eternit, scatta il maxi sequestro

Il provvedimento è stato eseguito oggi, interessata un’area di seicento metri quadrati in viale Elmas.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Scatta il maxi sequestro di un’area di seicento metri quadrati e sette capannoni industriali con copertura in eternit a Cagliari.  La scoperta è stata fatta dai finanzieri della stazione navale della che hanno eseguito il provvedimento nell’area ex Fornaci nel Comune di Cagliari, in viale Elmas, all’interno della quale sono presenti dei vecchi capannoni industriali abbandonati e fatiscenti, risultati di proprietà di G. N., un uomo di origine cagliaritana.

I militari si sono avvalsi della collaborazione del personale specializzato della Asl 8 del capoluogo, che ha effettuato dei campionamenti ambientali ed ha anche riscontrato la presenza di una grossa quantità di rifiuti speciali. Si tratta di rifiuti costituiti prevalentemente da numerose cataste di eternit, molte delle quali in frantumi e sparsi al suolo. All’interno dei capannoni una buona parte della copertura del tetto realizzato con materiale cancerogeno è crollata: le sue polveri sono molto pericolose. Grazie al parere tecnico del personale della Asl è stato stabilito il tipo e le condizioni del materiale che costituisce la copertura dei fabbricati sequestrati, definito in uno stato di degrado tale da dover richiedere la totale rimozione ed il successivo smaltimento in una discarica autorizzata.

La guardia di finanza, su delega dell’Autorità Giudiziaria, seguirà direttamente tutte le fasi relative alla bonifica delle aree interessate.


In questo articolo: