Sardegna, M5S primo col 42,5%. Pd e FI appaiati al 14, Lega al 10,8

I “grillini” superstar nelle urne sarde, il primo partito è quello pentastellato. Crollo dei partiti tradizionali con il boom dei leghisti uniti ai sardisti. Tutti i dati finali alla Camera e al Senato

Camera e Senato non fanno differenza per il Movimento 5 Stelle, che conquista rispettivamente il 42,1 e il 42,5% e, neanche tanto inaspettatamente, diventa il primo partito dell’Isola. 368709 i voti presi alla Camera, 340631 al Senato. Forza Italia è seconda per pochissimi voti: 127779 col 14,84% alla Camera, 113126 e 14,20 al Senato. Il Pd si ferma a quota 127427 (14,80) alla Camera e 122243 (15,34%) al Senato. C’è poi la Lega: 93268 voti col 10,83% alla Camera e 93122 (11,69%) al Senato.

Dietro tutti gli altri: Fratelli d’Italia si ferma a una media del 4,3%, Più Europa all’1,5, Noi con l’Italia Udc all’1,1%, Italia Europa Insieme allo 0,5 per cento e Civica Popolare Lorenzin allo 0,4. Liberi e Uguali è al 3 per cento, sotto l’1 per cento Partito comunista, CasaPound, Popolo della famiglia e Partito valore umano.