Ragazza italiana vittima dei bulli in Inghliterra: “Picchiata a morte”

 Era italiana la studentessa morta in Inghilterra dopo una brutale aggressione. Lo comunica la trasmissione tv Le Iene, pubblicando l’anteprima di un video-servizio che andrà in onda domenica, riportato da Quotidiano.net

Era italiana la studentessa morta in Inghilterra dopo una brutale aggressione. Lo comunica la trasmissione tv Le Iene, pubblicando l’anteprima di un video-servizio che andrà in onda domenica, riportato da Quotidiano.net: “18 anni, di origini egiziane, è deceduta due giorni fa Nottingham, dopo 20 giorni di coma. “E’ nata a Roma e cresciuta ad Ostia – si legge sul sito della trasmissione di Italia 1 -. Si è poi trasferita oltremanica insieme alla famiglia quattro anni fa”.  Mariam è alla fermata dell’autobus, all’esterno del Victoria Centre, in Parliament Street (Nottingham), quando viene raggiunta da un gruppo di bulle, colpita e trascinata a terra. La ragazza riesce a salire a bordo di un mezzo, ma il branco la segue e continua a picchiarla, finché non interviene l’autista. Ma Mariam ha già perso i sensi.

I medici del Queen’s Medical Center la dimettono poche ore dopo il ricovero. Il giorno arriva in coma al Nottingham City Hospital: muore 12 giorni dopo senza mai aprire gli occhi. Dell’aggressione esiste anche un video, girato e condiviso dalla baby gang”.


In questo articolo: