“Poetto, impossibile arrivare in spiaggia col passeggino: auto e scooter bloccano i marciapiedi”

La denuncia di Marta Melis: “Anche le aiuole sono presa d’assalto dagli incivili, domenica ho contato un centinaio di auto nel giardino davanti alla chiesa. Grazie alle persone imbranate che manovrando hanno abbattuto i lampioncini non ne sono rimasti più…”

Da quando prendo il CTM per andare al mare sono rinata, ma il sabato e
la domenica con la bambina nel passeggino è un’impresa raggiungere la
spiaggia perché è pieno di auto e scooter che bloccano i marciapiedi.
Chiami i vigili e ti dicono che interverranno, ma sia lo scorso weekend
che il precedente non si è visto il carrattrezzi. Un amico vigile mi ha
confidato che il sabato e la domenica non mettono nessuno in servizio
sul carrattrezzi e lo mandano solo se una macchina non può uscire dal
passo carraio o una macchina blocca una strada. I pedoni si arrangino.

Anche le aiuole sono presa d’assalto dagli incivili, domenica ho
contato un centinaio di auto nel giardino davanti alla chiesa; l’erba
formatasi nell’inverno diventerà solo un ricordo. Grazie alle persone
imbranate che manovrando hanno abbattuto i lampioncini non ne sono
rimasti più e la notte è molto pericoloso passare.
In altri punti parcheggiando hanno rotto i cordoli delle aiuole e i
pezzi sono in mezzo alla strada.

Giustissimo portare via le macchine a chi si dimentica della pulizia,
ma c’è una sproporzione di trattamento con chi invece volutamente se ne
frega della sicurezza degli altri o distrugge il verde pubblico. Il
Sindaco intervenga!

Marta Melis


In questo articolo: