Piano Sulcis: a Monteponi centro ricerca per bonifiche

Il Centro coordina e potenzia i laboratori e le competenze dell’Università, di Ausi e di Igea: non nasce dunque una nuova struttura burocratica o edilizia

In attuazione di decisioni del Governo e della Regione, gli Assessorati della Programmazione e dell’Industria, l’Università di Cagliari, l’AUSI di Iglesias e Igea hanno sottoscritto l’Accordo di Programma che dà il via operativo al Centro per la ricerca tecnologica nel campo delle bonifiche e del riciclo. Si tratta di una forte innovazione nel programma bonifiche, sin qui gestito in termini di commesse senza particolare attenzione allo sviluppo delle competenze locali nel settore della tecnologia e dell’ingegneria, spesso provenienti dall’esterno.

Il Centro coordina e potenzia i laboratori e le competenze dell’Università, di Ausi e di Igea: non nasce dunque una nuova struttura burocratica o edilizia. Il programma ha individuato i settori specifici di lavoro e ciò che è necessario fare per rafforzare le dotazioni. La prima fase operativa è finanziata con tre milioni provenienti dalla dotazione finanziaria del Piano Sulcis. L’obiettivo di fondo è creare un Centro di accumulazione di competenze tecnologiche nei campi indicati, da sviluppare a partire dall’esperienza ricavata dai numerosi programmi di bonifica in atto o già programmati in Sardegna. Questo Centro deve qualificare il Sulcis e la Sardegna a livello nazionale e internazionale creando anche condizioni per vendere servizi. La sede è localizzata a Monteponi. Igea e Ausi forniranno logistica e laboratori. La gestione sarà attuata attraverso un comitato paritetico costituito dai soggetti firmatari.