Maria Paola di Sinnai, guarita dal Covid dopo due mesi: “Il più bel dono di Natale della mia vita”

Ha lottato contro il virus, prima al Ss. Trinità e poi alla clinica San Salvatore, Maria Paola Olla, 38 anni: “Finalmente posso riabbracciare i miei figli. L’aria aperta e il sole mi sono mancati tantissimo”

È guarita dal Coronavirus proprio a poche ore di distanza dal Natale 2020. Ed è, ovviamente, felice. Maria Paola Olla, 38enne di Sinnai, impiegata, ha potuto riassaporare la libertà dopo oltre due mesi di calvario. Prima al Santissima Trinità di Cagliari, poi nella clinica privata San Salvatore di via Scano. Una “gara per la vita” che l’ha vista uscire vincitrice: “È partito tutto da una polmonite interstiziale, appena arrivata al Santissima Trinità mi hanno fatto il tampone, scoprendo la mia positività al Coronavirus”. Lì, la Olla, ci è rimasta ventinove giorni: “Poi sono stata trasferita nella clinica, dove sono rimasta dal quattordici novembre sino a oggi. Il primo tampone negativo è arrivato il diciotto dicembre, per sicurezza me ne hanno fatto un altro. Anche quello è risultato negativo, il ventidue”. E gli occhi della trentottenne si sono riempiti di gioia: finalmente guarita, finalmente fuori dal tunnel del Coronavirus.

 

“Ho potuto riabbracciare i miei figli, proprio per Natale. Questo è stato il dono natalizio più bello di tutta la mia vita, poter guarire dal Covid. La fede mi ha aiutata, ci sono stati momenti in cui sono stata poco bene e ho avuto paura. Non è stato semplice dover rinunciare all’aria all’aperto e al sole. Ringrazio di cuore chi mi ha assistito, tutti i medici ed infermieri della clinica e del Santissima Trinità. E anche a chi, seppur a distanza, mi ha fatto sentire la sua vicinanza”.