Dipendente del museo di Oristano positivo dopo la vacanza nel nord Sardegna, sbarrato l’Antiquarium Arborense

Il ritorno a Oristano e, poi, la febbre. Il tampone conferma il contagio da Coronavirus, il Comune costretto a chiudere museo, pinacoteca e centro di documentazione sulla Sartiglia

Un caso di positività al Covid-19 è stato registrato tra il personale dell’Antiquarium Arborense di Oristano. Lo hanno comunicato le autorità sanitarie al sindaco di Oristano, Andrea Lutzu. “Il dipendente è stato trovato positivo al Covid-19 dopo che al rientro da una vacanza nel nord Sardegna aveva accusato sintomi febbrili. Il personale sanitario della Assl sta effettuando tutti i controlli necessari sulle persone con cui potrebbe essere venuto in contatto il dipendente della struttura museale. Il dipendente attualmente è in isolamento nella sua abitazione e le sue condizioni di salute sono comunque buone”. Lutzu, che è anche presidente della Fondazione Oristano da cui dipende l’Antiquarium Arborense, ha disposto la chiusura precauzionale “del museo, della pinacoteca comunale Carlo Contini e del centro di documentazione sulla Sartiglia che sono gestiti dal personale della Fondazione Oristano”.

“Stiamo seguendo con grande attenzione l’evolversi della situazione – sottolinea il sindaco Andrea Lutzu che ha avuto un colloquio telefonico con il dipendente della Fondazione Oristano per sincerarsi delle sue condizioni di salute -. Siamo in stretto contatto con le autorità sanitarie per monitorare la situazione e assumere i provvedimenti che dovessero rendersi necessari. Al momento riteniamo doveroso chiudere precauzionalmente le strutture dove operano le persone che potrebbero essere entrate in contatto con il dipendente positivo”.


In questo articolo: