Assunzioni sospette e assenteismo fra i dipendenti: blitz della finanza al Teatro Lirico di Cagliari, indaga la Procura

Inchiesta del sostituto procuratore Andrea Vacca, ci sono indagati. I militari hanno perquisito le stanze del sovrintendente, del direttore amministrativo e dell’economato e hanno sequestrato alcuni computer. I magistrati vogliono fare chiarezza sulla gestione dal 2017 a oggi


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Alle 8.30 di questa mattina  i finanzieri, una decina, stavano già perquisendo stanze e sequestrando materiale informatico. Un blitz inaspettato, al Teatro Lirico di Cagliari, passato al setaccio dalle fiamme gialle che indagano nell’ambito dell’inchiesta aperta dal sostituto procuratore di Cagliari Andrea Vacca. Da quanto si apprende, la magistratura indaga su alcune assunzioni sospette e ripetuti episodi di assenteismo tra i dipendenti dell’ente. I finanzieri hanno perquisito in particolare le stanze del sovrintendente Nicola Colabianchi, del direttore amministrativo e dell’economato, portando poi via alcuni computer dopo aver estratto alcuni dati da altri. I finanzieri, che hanno analizzato anche il server principale del teatro, si sono trattenuti nella sede del Lirico in via Sant’Alenixedda fino al pomeriggio.

Ci sono anche alcuni indagati, ma al momento i nomi sono top secret. Il periodo di indagine è ampio, circa sei anni, ovvero la gestione del Teatro Lirico a partire dal 2017.

 


In questo articolo: