Aerei, maxi impennata dei prezzi per i sardi: “Anche 85 euro tra bagagli e cambi di biglietto”

Pochi posti sugli aerei e i costi “per i viaggi da e per l’Isola salgono alle stelle. Un salasso per i sardi di ritorno da Roma o Milano, la Regione deve intervenire subito”

Un salasso per i sardi di ritorno da Roma o Milano. Niente continuità territoriale sotto le feste di fine anno: non solo mancano i posti sugli aerei ma i costi per i viaggi da e per l’Isola salgono alle stelle. A subire un’impennata le tariffe per i bagagli, i cambi di biglietto, i posti assegnati a pagamento e le priorità all’imbarco. I prezzi oscillano tra i 25 ed i 65 euro per le prenotazioni online, sino ad arrivare a 85 euro per il servizio in aeroporto. Una stangata che rende proibitivo il viaggio di ritorno in Sardegna per le vacanze sotto l’albero. Una situazione denunciata dal consigliere regionale Edoardo Tocco (FI), che già gli scorsi giorni ha segnalato la difficoltà per le squadre sportive di raggiungere la Penisola.

 

“È una vera e propria beffa – spiega l’esponente degli azzurri – perché i sardi si ritrovano a spendere gran parte della tredicesima per rientrare nell’Isola”. Le tariffe sopra la media nazionale rendono impossibile un viaggio a basso costo: “Nel rialzo dei costi per i viaggi rimane intrappolato anche chi ha deciso di giocare d’anticipo, trovando i biglietti disponibili per stare qualche giorno con la propria famiglia – conclude Tocco, che sulla questione ha presentato un’interrogazione urgente all’assessore dei trasporti – Il sistema non mette al riparo dagli imprevisti. Occorre un intervento della Regione per bloccare le stangate sui viaggi aerei per la Sardegna”.


In questo articolo: