Zedda, non giriamoci intorno: vieta i botti a Capodanno o li tutela?

Decine di lettori ci chiedono se il sindaco di Cagliari farà un’ordinanza per vietare botti e petardi a Capodanno, come altri sindaci hanno fatto. Non bastano gli appelli alla sensibilità. Farà un divieto oppure starà zitto, agevolando il traffico di petardi negli stessi quartieri dove i parcheggiatori abusivi agiscono impuniti?

Il sindaco Massimo Zedda, che oggi sull’Unione Sarda dichiara che questa volta punterà ai voti di chi lo considerava troppo giovane, deve rispondere subito alla richiesta di tanti proprietari di animali a Cagliari: vieterà oppure no i botti di Capodanno a Cagliari? A due giorni dal Natale, non esiste alcuna ordinanza in merito. Tanti altri primi cittadini, da Assemini a Sassari, hanno accolto con piacere le richieste di tanti animalisti vietando la diffusione dei petardi. Zedda sinora non lo ha mai fatto: è uno dei tanti aspetti nei quali non ha dimostrato di non essere un sindaco di sinistra, anche se in questi casi la politica non c’entra. Qui è solo una questione di amore per cani, gatti e animali. Una questione di sensibilità.

Negli anni scorsi, si è limitato a qualche appello in nome della moerazione. No, caro sindaco, non basta. E non vogliamo pensare che dietro il suo immobilismo ci sia la voglia di strizzare l’occhio ai quartieri popolari, a costo di rischiare anche che qualche bambino si ferisca o perda una mano. Non vogliamo pensare che il sindaco resti immobile sulla questione come ha fatto per i parcheggiatori abusivi di Sant’Elia, che taglieggiano i cagliaritani fuori dallo stadio e dalla fiera. Qui si tratta di capire: farà un’ordinanza per vietare tutti i botti a Capodanno o preferirà il ruolo di Ponzio Pilato? Casteddu Online ha lanciato il suo hastag, #NoaibottiCasteddu, al quale stanno aderendo centinaia di proprietari di cani e animali in genere. Lasciamo perdere il fatto che in questa città continuano ad essere ospitati circhi con animali tenuti vergognosamente in gabbia. Sindaco, non giriamoci intorno, non dica mezze parole: fa un’ordinanza subito per vietare i botti o dobbiamo rassegnarci a vedere tanti cani agonizzanti e bambini spaventati? Una città moderna non può prevedere divertimenti da trogloditi. Decida serenamente, ma non ci prenda in giro con un semplice appello alla sensibilità. O è animalista, o tollera i venditori di sostanze pericolose. 



In questo articolo: