Villagrande Strisaili piange Andrea Moro, morto nello schianto sulla 554 bis: “Ora aiutiamo la sua famiglia”

Il panettiere 35enne ha imboccato contromano la strada, centrando un’altra auto. Un drammatico incidente che chocca un’intera comunità: organizzata una raccolta fondi in segno di affetto e vicinanza ai parenti della vittima.

Villagrande Strisaili è un paese sotto choc per la morte di Andrea Moro. Aveva appena 35 anni il panettiere che, sabato notte, al volante della sua Alfa Romeo 147, ha imboccato contromano la 554 bis, andando a sbattere frontalmente contro la Fiat Grande Punto guidata da un 45enne di Villasimius, fortunatamente non in pericolo di vita. C’è stato chi ha visto contromano l’auto di Andrea e ha chiamato il 112, stando a quanto trapela. Ma nessuno è intervenuto in tempo. Lacrime e tanta tristezza per la scomparsa del giovane, da sempre residente nel paesino del centro Sardegna. Sotto l’ultima foto che ha postato su Facebook ci sono tantissimi messaggi di cordoglio: “Ciao amico mio, ragazzo d’oro. Mi mancherai, riposa in pace”, scrive Mario F. “Ci incontreremo di nuovo, Andre, e ci faremo tante risate, insieme, come ai vecchi tempi. Buon viaggio”, aggiunge Angelo P.
Intanto, è già partita una raccolta fondi per aiutare la famiglia del trentacinquenne: “La leva 86 sta organizzando una colletta in favore della famiglia del nostro coetaneo Andrea Moro, in segno di vicinanza e affetto. Chiunque volesse partecipare può avvicinarsi al bar ‘Reset Cafè’ di Luca Bidotti. Ciao Andre, riposa in pace. In su cielu siasa”.


In questo articolo: