Vende un forno on line, ma gli svuotano il conto di 598 euro: beffato operaio di Villacidro

Pensava di aver fatto un grande affare, e invece…

Ha messo in vendita su una nota piattaforma online un forno microonde usato a 598 euro. Poco tempo dopo una donna lo ha contattato dicendosi interessata e di voler pagare subito per bloccare l’affare. Il venditore, un operaio 25enne di Villacidro, è stato invitato dalla falsa acquirente a recarsi in uno sportello bancomat per ricaricargli una una carta di debito. Il malcapitato evidentemente non conosceva la strana procedura propostagli: ha quindi digitato sulla tastiera dell’apparato i magici tasti indicati dalla donna. Peccato che alla fine anzichè vedersi ricaricato il conto di 598 euro, se l’è visto svuotato della stessa cifra a vantaggio dell’interlocutrice. Resosi infine conto dell’inghippo truffaldino è corso in  caserma.

Seguendo il flusso del denaro con l’aiuto degli istituti di credito interessati i carabinieri sono infine risaliti ad una 48enne di Spinea, nel Veneto, già nota alle forze dell’ordine. È emerso poi che l’utenza telefonica con la quale la donna ha contattato la propria giovane vittima è intestata a un 28enne del Bangladesh residente a Milano, ma secondo i militari, si tratta probabilmente di un prestanome che ha acceso centinaia di contratti telefonici (in Italia si può fare), le cui carte SIM sono poi finite nelle direzioni più disparate ad alimentare le attività anonime più o meno pulite di chi vorrebbe non comparire laddove compia atti molto più che border line. La donna è stata denunciata.