Tennistavolo Sassari: gran finale del 2° Trofeo Città dei Candelieri-XV

Memorial dedicato a Stefano Ganau e Sergio Visioli

Si è aperta venerdì al PalaSantoru di Sassari la seconda edizione del Trofeo Città dei Candelieri-XV Memorial Stefano Ganau e Sergio Visioli. Subito spettacolo all’evento organizzato dal Tennistavolo Sassari che domenica mattina a partire dalle 10 proporrà le partite delle fasi finali, con la finalissima che si disputerà intorno alle 12.30.
Dieci i giocatori impegnati. Rispetto alle attese ha avuto un problema Marco Sinigaglia, neopromosso in A2 col club sassarese, che è stato sostituito da Francesco Palmieri, atleta in forza al Sant’Espedito di Napoli, formazione di A1.
Il giocatore più conosciuto è Yang “Yango” Min, cinese naturalizzato, protagonista nel ritorno in A2 del club sassarese, che ha una bacheca strapiena di medaglie e titoli: dal bronzo ai Mondiali del 2000 alla partecipazione all’Olimpiade del 2004 di Atene, dai 4 scudetti (due con la Marcozzi Cagliari nel 1990 e 1992) all’oro (doppio) e l’argento (singolare) nei campionati europei dei veterani over 50 a Budapest.
Altro candidato al successo è il ventiduenne Enrico Puppo, capitano del Tennistavolo Genova, che ha giocato anche in A1.
Approfitta del torneo per acclimatarsi il bulgaro Petar Lubomirov Vadsilev, ingaggiato dal Santa Tecla Nulvi. Lampi di classe già nella prima giornata da parte di Lorenzo Cordua (Cus Torino) che ha vinto due volte l’argento ai Campionati Europei Giovanili Paralimpici. Completano il quadro dei partecipanti Max Kutzenzov, russo naturalizzato in forza alla A2 della Marcozzi, il cinese Yang Xiyou, del Gallarate e i giocatori del Tennistavolo Sassari: Olawale Abayomi (Nigeria), Ganiyu Ashimiyu (Nigeria) e Marco Poma.
Intanto nella prima giornata non solo tennistavolo di grande livello ma anche tanto equilibrio nel primo girone con match risolti a volte al quinto set e spesso incerti: basti dire che sono arrivati appaiati al primo posto Palmieri, Ashimiyu e Puppo.


In questo articolo: