apertura1 / 9 Giugno 2021

Porto canale di Cagliari, lavoratori disperati: “Non possiamo più sostenere le nostre famiglie”

“Il  prolungato  silenzio, l’assenza  di  prospettive e  il  continuo  assottigliarsi degli ammortizzatori sociali, hanno generato una forte destabilizzazione tra i lavoratori, non più in grado di sostenere fattivamente le proprie famiglie, che rischia di compromettere una già molto precaria tenuta sociale”. Domani protesta in piazza Palazzo

Di
apertura1 / 31 Agosto 2020

Svolta al Porto Canale di Cagliari, c’è una società europea interessata: speranze per i lavoratori

“Anche se è un po' prematuro per cantare vittoria e trarre conclusioni – spiega Massimo Deiana, presidente dell’AdSP del Mare di Sardegna – quello odierno si può considerare un risultato di grande importanza, che apre nuovi ed importantissimi scenari per il futuro”. IL Governo: "E' un primo risultato". Ecco il nome della società interessata

Di
apertura1 / 31 Agosto 2020

Porto Canale, Cgil: “Inaccettabile il rifiuto di prorogare la cassa integrazione per 200 lavoratori”

“È assolutamente inaccettabile e immotivato il rifiuto di Cict e Conship di prorogare la cassa integrazione per i 200 lavoratori del Porto Canale di Cagliari che, proprio oggi, alla scadenza del bando internazionale, ha incassato ufficialmente una proposta di rilancio”: il segretario della Camera del Lavoro Cgil di Cagliari Carmelo Farci e la segretaria Filt Cgil Massimiliana Tocco auspicano un ripensamento in corner da parte della concessionaria attuale che oggi ha invece affermato di voler proseguire con la procedura di licenziamento

Di
cagliari / 31 Agosto 2020

Vertenza Porto Canale, Zedda: “Lavoriamo per scongiurare i licenziamenti”

Oggi si è chiusa la gara internazionale di partecipazione per l’aggiudicazione della gestione del Porto Canale, la quale, ha osservato Zedda, “pone le basi per il rilancio delle attività commerciali legate al settore del transhipment e la prospettiva di un futuro occupazionale per i lavoratori. Alla luce di ciò chiediamo a gran voce all’azienda di rivalutare l’ipotesi di cristallizzare il licenziamento che coinvolge tante famiglie per dar modo alla Regione Sardegna, in accordo con il Governo, di trovare le giuste condizioni che consentano di poter intervenire a supporto di tutti i lavoratori, in attesa della valutazione dell’istanza”

Di